Biomattone: il materiale per l'edilizia sostenibile

on . Postato in Design e Architettura

canapa, bioedilizia

L'architettura sostenibile non è più utopia: costruire in un modo più rispettoso dell’ambiente è possibile. E’ questa la rivoluzione annunciata nel campo dell’edilizia, in favore di un'ediliza sostenibile, dal biomattone: un materiale edile biocomposito costituito da calce e legno di canapa.
Quali sono le caratteristiche di questo innovativo materiale? Il suo punto di forza è lo sfruttamento delle potenzialità della canapa, che si è dimostrata in grado di assorbire anidride carbonica. Il biomattone, dunque, sarà in grado di assorbire la CO2 presente nell’ambiente, ed inoltre assicurerà la costruzione di edifici ad emissioni zero e ad alta efficienza energetica, requisito che già si è dimostrato di fondamentale importanza per le scelte dei potenziali acquirenti alla ricerca di una nuova casa.
Il biomattone sarà dunque il materiale edilizio del futuro? La rivoluzione sostenibile del modo di costruire abitazioni? Queste le dichiarazioni rilasciate dal General Manager di Equilibrium, la società che ha progettato e realizzato questo nuovo materiale: “Il biomattone si ottiene combinando la parte legnosa dello stelo di canapa e un legante a base di calce. Una volta indurito, il biocomposito diventa rigido e leggero con ampie possibilità di applicazione. Tra i vantaggi nell’utilizzo di questo tipo materiale, ci sono l’isolamento termo-acustico, la salubrità degli ambienti, la permeabilità al vapore, il confort abitativo, il ridottissimo impatto ambientale, ma soprattutto la capacità di contrastare i cambiamenti climatici sequestrando biossido di carbonio dall’atmosfera”.

Francesca Di Giorgio