Case costruite con la paglia? Sì, grazie!

on . Postato in Design e Architettura

Quanti acquisterebbero una casa realizzata principalmente con la paglia?
Probabilmente molto pochi darebbero fiducia a questo materiale.
Allo scopo di diffondere la cultura di un’edilizia alternativa, che utilizzi le balle di paglia come materiale principale nella costruzione delle abitazioni esiste in Italia l’Associazione Nazionale Edilpaglia.
Il suo scopo principale è sostenere l’affermazione di stili di vita sostenibili: in questo intento, l’interesse per tecniche costruttive a basso impatto si inserisce nella più ampia promozione di uno sviluppo sociale in armonia con l’ambiente.
Perché scegliere una casa in paglia?
Perché si tratta di un materiale naturale, che non richiede dispendio di energia per essere prodotta.
Non solo. Le balle di paglia forniscono un’ottima garanzia di durata.
Le prime case realizzate con questo materiale risalgono alla fine dell’800 e sono ancora abitate: la paglia assicura l’isolamento termico ed acustico e le murature in paglia intonacate in terra cruda e calce sono altamente traspiranti ed impediscono la formazione di macchie di umidità.
Perfetta è la risposta delle case in paglia ad eventi sismici, grazie a strutture leggere e flessibili, in grado di sottrarsi all’azione devastante di un terremoto.
Un altro punto a favore: si tratta di edifici semplici, che possono essere realizzati in auto-costruzione, con risparmi notevoli, sui materiali e la manodopera.
L’attività di Edilpaglia è volta a promuovere la conoscenza e l’applicazione di tecniche basate sull’uso della paglia come materiale per le costruzioni, anche attraverso corsi di formazione e seminari ed a sostenere progetti di cooperazione a livello internazionale e locale ed iniziative di educazione allo sviluppo sostenibile.