Animali domestici: ecco i più inquinanti!

on . Postato in Viaggi e Natura

cane e gatto

Quali animali inquinano di più? E quli invece possono stare nelle nostre case ad impatto zero? Una escalation dagli animali più inquinanti a quelli meno impattanti!

Dell’impatto ambientale dei nostri animali domestici ne avevamo già parlato un po’ di tempo fa. Negli ultimi anni, tuttavia, si è registrato un considerevole incremento della presenza degli animali domestici nelle abitazioni (più di 14 milioni di cani e gatti segnalati) ma non tutti sono consapevoli delle problematiche relative alla loro presenza negli ambienti di vita: anche gli animali inquinano consumando risorse, emettendo co2, e, dobbiamo dirlo, contribuendo all'inquinamento indoor.
Ma vi siete mai chiesti quali animali inquinano di più, e quali meno? Vogliamo rispondere con una provocazione... chi lo sa forse susciteremo le ire degli animalisti, eppure è una curiosità su cui noi di Yes.life abbiamo voluto indagare:

1) L'animale domestico che in assoluto inquina di più è il cane.
cani
Una ricerca di qualche tempo fa dei neozelandesi Robert e Brenda Vale, pubblicata anche da Focus, tenere in casa un cane può portare ad avere consumi elevati, come se si accendesse in continuazione un Suv. Secondo la ricerca, per nutrire un cane di media taglia sono necessari 164 kg di carne e 95 kg di cereali ogni 365 giorni. A livello ecologico tutto questo significa circa 0,84 ettari di terreno, se parliamo ad esempio di un Suv, invece lo stesso dato si trasforma in 0,41 ettari. In pratica con tale stima, si conta la sua costruzione e la guida per diecimila chilometri all’anno. La ricerca afferma che un cane inquina quanto una Toyota Land Cruiser che percorre 9500 km in un anno.
In pratica il migliore amico dell’uomo inquina moltissimo, anche più delle automobili, senza contare che dalla ricerca è stato pure confermato che il suo impatto supera pure quello di molte nazioni. L’impronta ecologica media dell’Asia, addirittura, è di circa 0,8 ettari e, quindi, è chiaro che per mantenere in salute i nostri cani e per acquistare ogni accessorio necessario al loro sostentamento, si ottiene un interessamento ambientale che supera anche una fetta di umanità.