Consigli e trucchi per rendere le pulizie di primavera più ecologiche

Le pulizie di primavera di solito richiedono l’intervento di appositi prodotti reperibili sul mercato. Ma non tutti sanno che questi non fanno un gran bene all’ambiente. Contengono sostanze chimiche che nuocciono all’ecosistema, causando danni alle persone e all’ambiente. Per evitare ciò, ecco alcuni consigli importanti da seguire.

Prodotti chimici legati a problemi di salute

Le sostanze chimiche nei prodotti di pulizia eliminano i batteri nocivi presenti in casa, ma possono anche portare a seri problemi di salute, tra cui irritazione agli occhi, alla pelle e al sistema respiratorio. Il più comune è quello del contatto con la pelle, tramite la quale le sostanze chimiche tossiche vengono assorbite dal corpo.

Identificare le sostanze chimiche dannose

Esistono diverse sostanze chimiche ritenute volatili, tra cui l’ammoniaca, l’azoto e il fosforo, tutti comunemente presenti nei prodotti per la pulizia della casa. Ad esempio, la maggior parte dei detersivi per lavastoviglie contiene circa il 40% di fosforo, mentre l’azoto è un ingrediente comune nel detergente per vetri.

Tenere le sostanze chimiche lontane dall’acqua

Molte delle sostanze chimiche utilizzate durante le pulizie finiscono nelle fognature, sia che vengono usate in cucina che in bagno. Fortunatamente, la maggior parte di esse vengono filtrate negli impianti di depurazione prima che l’acqua si riversi in fiumi e laghi. Purtroppo, l’azoto, l’ammoniaca e il fosforo non vengono filtrati e, di solito, finiscono nei corsi d’acqua, dove contaminano laghi, mari e oceani. Una volta che entrano in contatto con l’acqua dolce, possono devastare la fauna acquatica e le piante. Queste sostanze chimiche possono anche contaminare i rifornimenti idrici se vengono scaricate in grandi concentrazioni.

Evitare la contaminazione dell’aria

Come detto in precedenza, possono entrare nell’aria e causare problemi respiratori. Aprire le finestre durante le pulizie per una migliore ventilazione significa spingere questi prodotti chimici volatili nell’atmosfera.

Utilizzare detergenti eco-compatibili

Il modo migliore per evitare prodotti di pulizia dannosi è cercare sostanze chimiche non tossiche. Questi prodotti sono solitamente dotati di un’etichetta ecologica o biodegradabile. Bisognerebbe anche evitare di acquistare prodotti che sono noti per irritare la pelle o sono infiammabili.

In casa sono presenti prodotti eco-compatibili che si potrebbero utilizzare per le pulizie, come limone, aceto, bicarbonato e glicerina, tutti ottimi per combattere lo sporco e il grasso, nonché gli stessi germi.

Articoli correlati