piante grasse

La presenza delle piante in casa aiuta a rendere l’ambiente molto più rilassante e a prova di stress. Ma, secondo la scienza, aiutano anche a migliorare la qualità del sonno.

Le piante migliorano la qualità dell’aria

Secondo gli studiosi, le piante migliorano la qualità dell’aria riducendo i livelli di anidride carbonica presenti in una casa. Inoltre, la loro presenza aumenta i livelli di umidità, importanti poiché l’aria secca causa vari problemi respiratori, e diminuisce gli inquinanti che si agitano in un ambiente chiuso.

Tutti questi aspetti riescono ad influenzare i modelli di sonno, ma quello più importante è proprio la qualità dell’aria per dormire bene la notte.

Riducono il rumore di fondo

In molti non sanno che le piante possono effettivamente ridurre il rumore di fondo. Già si sapeva che gli alberi accanto alle strade hanno quest’abilità, ma recenti studi hanno dimostrato che le piante da appartamento sono in grado di fare la medesima cosa, ossia assorbire e diffrangere il rumore proveniente dall’esterno. Alcune sono in grado di ridurre il rumore ambientale fino a cinque decibel.

Quindi, chi vive in una zona rumorosa e vorrebbe dormire meglio, le piante potrebbero aiutarlo in questo. Certo, il rumore non scomparirà completamente, ma almeno sarà ridotto migliorando i livelli di sonno.

Aspetti mentali

Le piante d’appartamento hanno un impatto positivo sulla mente. Soltanto ammirandone la bellezza estetica, l’umore aumenta a dismisura, soprattutto quello di chi è affetto da una malattia. Insomma, bellezza e grazia toccano l’animo profondamente.

Sono tanti gli di studi che hanno scoperto i cambiamenti fisiologici che un colore, una forma o un certo profumo possono produrre. Una pianta può offrire tutti questi aspetti. Di conseguenza, una mente particolarmente stressata dalla vita quotidiana, troverebbe enorme giovamento nel vivere in un ambiente domestico pieno di piante. In più, la qualità del sonno durante la notte sarebbe di livello eccezionale.