ok

Da molti anni il calcio viene descritto come nutriente fondamentale per la salute delle ossa. Ma non solo lui: anche la vitamina D e il magnesio sono importanti. La prima facilità l’assorbimento del calcio, mentre il secondo aiuta a mantenerlo nei tessuti molli e nelle ossa dove è più necessario.

La maggior parte degli studi ha scoperto che, combinandoli insieme, forniscono migliori contributi alla salute delle ossa. Ad esempio, uno studio condotto sul rischio di fratture ossee nelle donne in menopausa ha rilevato che quelle che assumevano non solo vitamina D3 ma anche calcio hanno ridotto i rischi di subire una qualsiasi frattura.

La vitamina D è fondamentale: la deficienza e l’insufficienza sono state ben documentate negli ultimi dieci anni. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), oltre il 40% degli adulti nel mondo presentano una carenza di vitamina D2 e D3. Il lato positivo mostra che il 37% di essi hanno riferito di assumere entrambe le vitamine in modo supplementare.

Non solo vitamina D e calcio dipendono l’una dall’altro per una maggiore efficacia. Secondo recenti studi, la vitamina D non viene metabolizzata in modo efficiente senza la presenza di un livello adeguato di magnesio. Il problema è che, secondo l’OMS, quasi i ¾ della popolazione mondiale non assume la dose giornaliera giusta di magnesio.

Quindi, le persone che integrano la vitamina D dovrebbero considerare il loro livello di magnesio. Uno scarso livello nel corpo potrebbe causare un inadeguato metabolismo della vitamina D. Inoltre, è stato riscontrato che gli individui che hanno un livello di magnesio adeguato richiedono meno integrazione di vitamina D.