In vista dei bagni di sole: l'olio di cocco

on . Postato in Moda e Bellezza

abbronzatura

Ora che la primavera si è affacciata e preannuncia l'estate, cosa c'è di meglio di scoprire le proprietà di un vero e proprio doposole: l'olio di cocco.

Polivalente e delicatissimo, l'olio di cocco agisce su più fronti. Oltre alla pelle, anche i capelli sfibrati o aggrediti da agenti esterni ne traggono beneficio.
Questo olio è un portentoso ricostituente ed è bene usarlo anche quando il sole non picchia ancora molto.

Iniziamo con una piccola dritta storica? Gli europei (portoghesi e spagnoli) scoprirono il cocco esplorando le coste occidentali dell'America centro-meridionale, e dal 1525 cominciarono a coltivarlo diffondendolo anche sulle coste orientali.

L’olio di cocco è un olio vegetale che si ricava dalle noci della palma di cocco tipica delle zone tropicali, a partire dalla polpa essiccata (copra). Bianca, carnosa e saporita, ricca di grassi, la copra contiene un liquido lattiginoso dolce e rinfrescante, detto "latte di cocco”. L'olio (o burro) di cocco, estratto dalla copra tramite pressatura a freddo, viene usato, come condimento nella cucina etnica e in cosmesi naturale, per l’azione elasticizzante, emolliente e nutriente che esercita sulla pelle. Prima dell'essiccamento la polpa del cocco contiene circa il 35% di grasso e il 10% di zucchero, al termine, invece, la percentuale di grasso sale e oscilla tra il 63 e il 70%.

L'olio di cocco è ricchissimo di acidi grassi tra cui Acido Laurico, Acido Miristico, Acido Palmitico. Dalle sbalorditive proprietà emollienti e lenitive, quest’olio vegetale può essere impiegato per la preparazione di burri per il corpo o unito ai detergenti naturali per renderli più nutrienti. Inoltre l'olio di cocco contiene circa il 50% di acido laurico, un acido grasso saturo dalle spiccate proprietà antivirali, antimicrobiche ed antifungine utilizzati in preparazioni cosmetiche in cui si richiede la presenza di sostanze naturali ad azione antibiotica.

Nutrendo in profondità il corpo, se usato come sostituto della crema detergente dopo i bagni, è bene applicarlo quando la pelle è ancora leggermente umida, in modo da favorire il totale assorbimento.
Dal momento che questo olio favorisce l'equilibrio lipidico della pelle, è ottimo anche per il viso, specie per pelli ruvide o tendenti alla comparsa di rughe (specifici gli impacchi da fare una volta alla settimana).
In molte lo usano anche come delicatissimo struccante.
Altre lo annoverano tra i più efficaci superabbronzanti, e lo usano dopo l'esposizione al sole o la lampada abbronzante. Per l'applicazione sui capelli aridi e sfibrati, è bene fare degli impacchi prima dello shampoo con l’olio di cocco, il quale ritarda anche l'incanutimento (i capelli bianchi), nutre e lucida lo stelo, aumentando il volume della chioma e risaltandone lo splendore.

Dalla Redazione di Cure-Naturali.it