Si parte da Recco per l'eco giro del mondo

on . Postato in Viaggi e Natura

Turismo sostenibile e responsabile. Eco giro mondo in 80 giorni? La data ufficiale della partenza è certa: il 15 settembre. Ma poi il resto del viaggio è nel segno della lentezza e affidato all’imprevidibilità dei trasporti.
Questo è il giro del mondo che un temerario trentanovenne di Recco ha deciso di compiere, all'insegna dell'ecologia e della minimizzazione del proprio impatto ambientale, utilizzano solo mezzi di trasporto terreni, navali e sostenibili: treni, bus, cammelli e imbarcazioni di qualsiasi tipo.
Ecco cosa leggiamo nel sul blog Mondoviaterra: "Perchè un giro del mondo via terra e mare? Perchè è pulito, lento e circolare.
Un volo intercontinentale produce almeno una tonnellata di anidride carbonica a passeggero per consentirci di arrivare comodi e veloci. E’ un vantaggio, non si discute, ma in questo modo viene perso il senso del viaggio che è nel tragitto e non nella meta, il misurare sul proprio corpo la distanza percorsa.
Viaggiare con i piedi sempre attaccati alla terra riduce la velocità del paesaggio a misura d’uomo e consente di assorbire per osmosi volti, cibi, lingue, odori, musiche, strette di mano, stazioni radio, rumori e polvere con una continuità di tragitto che unisce terre emerse ed oceani come fossero parte di un’unica scia di briciole. Voglio attraversare il mondo, sporcarmi e bagnarmi e non passarci sopra dentro una lattina asettica.
Non sono contrario agli aerei ma mi piacerebbe mostrare che anche oggi, nonostante la frenesia che ci circonda, è possibile una poesia del viaggio come lento peregrinare verso una meta che mai si raggiungerà, verso una fine che ritorna inizio."

Eddy Cattaneo ha quasi quarant'anni e da dieci anni vive a Recco per lavoro, come ingegnere ambientale.
Il viaggio parte verso Oriente, attraverso Vienna per toccare Varsavia, Riga e poi Mosca, alla volta della Via della seta. Quindi Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Cina Occidentale, Karakorum Highway, Pakistan, India del Nord, Nepal, India del Sud. Da lì un cargo per Singapore. Parte da Hong Kong, invece, il cargo verso le Americhe, per il Messico, per poi visitare tutta l’America del Sud. Dalla Terra del Fuoco l’ultimo cargo per il ritorno in Europa. Questo il tragitto ipotizzato.
Il tempo preventivato per effettuare questo lento giro del mondo? Nove mesi.
Non ci resta che augurare buon viaggio a Eddy!