Una vita più ecosostenibile a partire dalla casa

Rendere la propria casa ecosostenibile è possibile e ce lo dimostra Ivan Piga, operatore socio-sanitario che dopo tanti anni di lavoro si è ritrovato disoccupato e con un mutuo da estinguere. Ivan ha così deciso di vendere la propria casa per acquistarne una più piccola e allo stesso tempo ha voluto renderla più ecosostenibile, riducendo non solo l’impatto ambientale ma anche i costi delle bollette. Come prima cosa ha eliminato i termosifoni e li ha sostituiti con la coibentazione di sughero che, non solo mantiene la temperatura della casa, ma contrasta la comparsa di umidità e, soprattutto, è un sistema che non danneggia l’ambiente. Per migliorare l’effetto dell’isolamento termico ha cambiato anche i vetri alle finestre ed infine, per risparmiare sulle bollette di luce e gas, ha comprato un pannello fotovoltaico.

Ivan con il suo impegno ha dimostrato che si può avere una vita green e allo stesso tempo risparmiare, infatti anche senza cambi radicali nel nostro stile di vita è possibile optare per delle scelte ecologiche.

Come avere una casa green

Avere una casa eco-friendly a impatto ambientale zero è possibile, basta apportare delle semplici modifiche all’ambiente per renderlo più green e allo stesso tempo avere un notevole risparmio in questioni di bollette di gas e luce. Vediamo insieme come rendere una casa ecosostenibile.

1.     Isolamento termico e bolletta ecologica

L’isolamento termico di una casa permette di economizzare notevolmente sui riscaldamenti o sui mezzi di aereazione, infatti una buona coibentazione garantisce la possibilità di mantenere la temperatura della casa in modo equilibrato, in ogni periodo dell’anno. Inoltre, per incrementare il risparmio, si possono consultare online i portali di fornitori, come ad esempio ACEA, e cercare delle offerte migliori per il gas, che abbiano un’impronta ecologica, così da ridurre le emissioni di CO2.

2.     Illuminazione

Sostituire le classiche lampadine con quelle a LED permette non soltanto di ammortizzare i costi della bolletta della luce, ma riduce anche il dispendio energetico. Oltre a questi due fattori è molto importante assicurarsi di spegnere tutte le luci quando non si è in casa per evitare dispersioni inutili.

3.     Vasca da bagno o doccia?

Per ridurre gli sprechi di acqua è meglio bandire le vasche da bagno, per quanto possano risultare più confortevoli soprattutto dopo una giornata di lavoro. Infatti, i litri di acqua utilizzati, possono raggiungere addirittura il doppio rispetto ad una classica doccia. C’è da aggiungere che per diminuire ulteriormente il dispendio di H2O è possibile acquistare dei soffioni per doccia che adoperino un minore afflusso di acqua.

4.     Elettricità

In una casa ecosostenibile degna di essere definita green non possono di certo mancare dei pannelli fotovoltaici, che utilizzano i raggi solari per fornire elettricità e far risparmiare notevolmente sulla bolletta. Altri piccoli consigli utili sul dispendio energetico possono essere l’uso di elettrodomestici, come lavatrici o lavastoviglie, azionati solo quando il carico è pieno, questo trucchetto inciderà molto sulle vostre tasche e sull’ambiente.