Coronavirus Italia | in tanti tornano al Sud senza precauzioni

Diverse persone lasciano le rispettive residenze al Nord per tornare al Sud e senza prendere precauzioni. È uno degli effetti del Coronavirus in Italia.

Coronavirus Italia
Situazione Coronavirus Italia FOTO yeslife

I timori legati alla situazione Coronavirus Italia sta avendo degli effetti anche a livello sociale. Infatti molte persone originarie del Sud ma che risiedono al Settentrione, ed in particolare in Lombardia e Veneto – i punti dove si concentra il focolaio della malattia nel nostro Paese – stanno ritornando in massa nei rispettivi paesi di origine. In tanti professionisti hanno già lasciato il Nord per raggiungere le famiglie nelle regioni del Meridione. Si va dai docenti a personale scolastico, da impiegati in diversi settori a molte altre figure di professionisti. E questo comportamento trova come fragile giustificazione il Carnevale e la possibilità di potere stare con i propri cari.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | saccheggi in atto ma nessuno vuole la pasta liscia FOTO

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il messaggio della dottoressa del Sant’Orsola | L’audio virale

Coronavirus Italia, si riscontra un senso di irresponsabilità diffuso

In realtà nella stragrande maggioranza dei casi le persone sono in fuga. Non vogliono restare nelle aree dove il Coronavirus in Italia si è diffuso. Il problema è che in molti si spostano senza avvisare le autorità locali e sottoporsi a controlli. Questo è un atteggiamento che può risultare pericoloso. Perché magari può veramente esserci qualche contagiato che fa tutto di nascosto e che può veicolare il Covid-19 in altre regioni. Come se non bastasse, in strutture logistiche deputate ai trasporti come gli aeroporti o le stazioni ferroviarie mancano spesso e volentieri i controlli. Allora non deve stupire se la Regione Basilicata ha scelto di porre in quarantena tutte le persone che arrivano dalle province in cui ci sono casi di Coronavirus.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, parla il virologo: “La verità tra 15 giorni”

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il presidente biologi: “Mi auguro che questa frenesia finisca”