Coronavirus, il presidente del Veneto Zaia: “Ho una bella notizia”

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia intervistato dalla trasmissione 24 Mattino in onda su Radio24 ha parlato del coronavirus diffusosi in Italia.

Luca Zaia
Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia (Getty Images)

Sono saliti a 283 i casi di contagio in Italia da coronavirus, numeri che sono in constante aggiornamento e che tengono in apprensione il Paese Intero. La regione più colpita è attualmente la Lombardia con 212 casi, seguita dal Veneto dove ne sono stati confermati 38. Le due regioni sono state individuate come i focolai del virus e per queste ragioni sono scattati i provvedimenti. In merito ha rilasciato alcune dichiarazioni il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia intervistato dalla trasmissione 24 Mattino in onda su Radio24.

Leggi anche —> Coronavirus, dagli Stati Uniti arriva un vaccino sperimentale pronto per i test

Coronavirus, il presidente del Veneto Zaia: “Io ho solo un obiettivo quello della salute dei miei cittadini “

Misure adottate eccessive? Io ho solo un obiettivo quello della salute dei miei cittadini e lo farò senza se e senza  ma. Quell’isolamento che ho sempre rivendicato come utile, dalla mia conoscenza dei virus, sia fondamentale“. Queste le parole del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia ai microfoni della trasmissione 24 Mattino in onda su Radio24 in merito alle misure adottate per contrastare la diffusione del coronavirus. Su quest’ultimo Zaia che afferma di aver studiato i virus all’università, spiega: “Questo è un virus che ha una bassa letalità, intorno all’1%, ma è molto contagioso. Un contagiato può dare origine a quattro o cinque contagi. Io ho l’impressione che il virus sia ubiquitario, la verità è che noi l’abbiamo cercato. Anche i nostri vicini se andassero ad indagare qualche sorpresa la trovano“.

Il governatore del Veneto poi parla del prossimo futuro in termini di provvedimenti: ” Non ho la bacchetta magica, noi dobbiamo attivare tutte quelle condizioni in modo da tutelare i sanitari, che sono il nostro valore al momento, e tutta la nostra popolazione. Quando si parla di picco di influenza, sappiamo che può trattarsi di sovrapposizione di coronavirus e virus influenzale “. “Ho una bella notizia– aggiunge poi Zaia-  i dipendenti dell’ospedale dove ci sono stati i due contagiati e il deceduto al momento sono tutti negativi al coronavirus“.  In Veneto al momento il bilancio è di 38 casi di contagio ed una vittima, un anziano deceduto a Vo Euganeo, in provincia di Padova.

Leggi anche —> Spagna, medico italiano positivo al coronavirus: quarantena per circa mille persone

Coronavirus Italia messaggio audio pediatra ospedale Sant'Orsola Bologna troppo rassicurante
Coronavirus Italia (Getty Images)