L’Inter può davvero vincere l’Europa League?

L’Inter, da pronostico, potrebbe andare a vincere l’Europa League? La squadra di Conte in campionato sta lottando per lo Scudetto, nonostante la sconfitta rimediata nel big match contro la Lazio.
Dopo l’eliminazione, dolorosa, dalla Champions, ora l’Inter dovrà giocare la sorella minore, l’ex Coppa Uefa: la vittoria nella gara di andata contro il Ludogorets – senza troppi patemi – ha aperto l’annosa questione. L’Inter punta davvero a vincere l’Europa League, o è solo un fastidioso impegno spezza-settimana, ogni giovedì, capace di togliere energie fisiche e mentali dalla lotta Scudetto?

L’Inter e l’Europa, questione di feeling

In realtà, per l’Inter la Coppa Uefa è un dolce ricordo: quella nerazzurra è stata l’ultima squadra italiana ad aver alzato il trofeo, nel 97/98, battendo 3 a 0 la Lazio. Era un’altra Inter: tra tutti in campo c’era il “Fenomeno”, quel Ronaldo sfortunato e meravigliosamente tecnico, capace di stregare Moratti e tutti i tifosi interisti. Conte si propone davvero di ripercorrere quelle gesta? La gara di ritorno contro il Ludogorets, secondo le quote sulle vincenti in Europa League, dovrebbe essere una passeggiata: Lukaku e compagni sono dati a 1.75 dal noto bookmaker William Hill, ad esempio. Non dovrebbero avere difficoltà ad approdare al turno successivo, e sono i favoriti per la vittoria finale, proposti a 6.50.

Il problema, a questo punto, sarà rappresentato dalla caratura delle avversarie. L’urna ha riservato a Conte un primo doppio turno ad eliminzione abbordabile, tanto da ipotecare il passaggio alla gara successiva praticamente già in Bulgaria.

Le altre big rimangono però tutte in lizza: il Manchester United ha pareggiato in Belgio ma è avversaria in ripresa, la Roma non sta andando bene in campionato ma potrebbe utilizzare l’Europa per rilanciarsi. Per non parlare delle inglese: i Wolves giocano un gran calcio e hanno elementi di talento assoluto, l’Arsenal è più che temibile.

Europa League, attenzione alle outsider

Le altre possibili outsider sono tutte di caratura inferiore: possono infastidire la corazzata nerazzurra solo in caso di robusto turnover, o calo di concentrazione evidente. Le tedesche possono essere pericolose, se prese sottogamba: Leverkusen e Wolfsburg hanno vinto di misura i loro impegni, ma l’Eintracht ha dimostrato di essere in forma e di imporre un ritmo frenetico al gioco tale da sbaragliare gli avversari (4 a 1 rifilato al Salisburgo).

Europa League, attenzione alla lotta Scudetto

Sono 3 i motivi per cui l’Inter potrebbe alzare bandiera bianca in Europa anzitempo:

 

  • Un sorteggio particolarmente complicato o una gara sbagliata 

 

Ovviamente un sorteggio ostico potrebbe complicare notevolmente l’avventura nerazzurra: il blasone in Europa conta, ma affrontare una squadra particolarmente agguerrita o in salute, specialmente con tanti impegni ravvicinati, potrebbe essere fatale.

 

  • La lotta Scudetto

 

Togliere energie fisiche e mentali dal vero obiettivo nerazzurro potrebbe essere deleterio: non è detto che Conte, inconsapevolmente o meno,  non decida di sacrificare il gravoso impegno infrasettimanale per favorire i suoi nella lotta al tricolore.

 

  • Errori di Conte nel turnover e nella gestione delle forze 

 

Proprio nell’ottica del duplice impegno, il lavoro del mister sarà molto complicata. L’allenatore nerazzurro dovrà riuscire a motivare i suoi, non solo i titolarissimi, con pochi allenamenti nelle gambe e tantissima tensione fisica e mentale accumulata. Sbagliare una formazione, o mandare in campo una squadra infarcita di riserve potrebbe essere fatale.