Coronavirus, il virologo: “Tanti casi? Ecco il motivo”

Coronavirus, ecco il parere di un virologo sul numero particolarmente elevato riscontrato in questi giorni di casi di contagio

Coronavirus
(Getty Images) 

Epidemia di coronavirus in Italia in espansione, con i primi casi registrati anche in Campania e in Puglia. Aumentano i casi di contagio (siamo a oltre 500), con un bilancio fin qui di 14 vittime, ma ci sono anche buone notizie per quanto riguarda il numero di persone guarite dal virus. Intanto, proseguono i test sui numerosissimi tamponi effettuati su tutti i casi potenzialmente sospetti.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, primo caso di contagio in Puglia

Intervistato da ‘La Provincia Pavese’, il professor Fausto Baldanti, con la sua equipe del reparto di Microbiologia e Virologia sta svolgendo circa 700 analisi al giorno sui tamponi provenienti dalla zona rossa e dalla provincia di Pavia. “Il 10% dei campioni è positivo – spiega – Un numero consistente, ma i casi sono cercati attivamente. In Italia non c’è maggiore virulenza, semplicemente sono stati effettuati più test. Stesso discorso per la provincia di Pavia, che ha verificato più casi. Come evolverà la situazione? Difficile dirlo, una quarantena così non si ricorda nemmeno nella pandemia del 2009. La strategia di contenimento deriva dalle caratteristiche dell’infezione, non so dire se siano state scelte giuste. Non ho elementi per dire se si tratti di un virus più aggressivo o meno rispetto ad altri. Ma nel complesso la grande maggioranza dei pazienti ha sintomi sfumati. Di certo si diffonde facilmente. Non mi terrorizza, ma nemmeno voglio sottovalutarlo. Il vaccino? Mettiamo che esista, poi va prodotto. Ma andrebbe somministrato alla persone sane, dunque servirebbero milioni di dosi. Insomma, ci vorrebbe molto tempo”.

 

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, importanti novità sul paziente 1 di Codogno

Coronavirus Italia messaggio audio pediatra ospedale Sant'Orsola Bologna troppo rassicurante
Coronavirus Italia (Getty Images)