Contagio da coronavirus, la parola ad Ilaria Capua

A L’aria che tira, su La7, la virologa ha parlato del contagio da coronavirus in Italia: “Fermare il contagio è illusorio, la sanità a rischio-crac”

Contagio da Coronavirus
Ilaria Capua (Huffingtonpost.it)

Il contagio da coronavirus non si ferma. Questo il dato di fatto sottolineato da Ilaria Capua, la virologa nota per i suoi studi sui virus influenzali. Non usa giri di parole la professionista che intervenuta a L’aria che tira, il programma di Myrta Merlino su La7 descrive la situazione attuale in Italia in materia di Covid-19.

Se da una parte il Governo chiede di mettere un freno al dilagare dell’allarmismo, dall’altra parte i dati del contagio parlano chiaro. Il virus si sta diffondendo molto velocemente facendo registrare nel nostro Paese 500 contagi in sole 24 ore tra sabato e domenica.

Lo conferma la virologa che ammette: “Il contagio non si ferma” e nello stesso tempo lancia l’allarme sugli ospedali. “Il vero problema di questa epidemia è che non ci saranno abbastanza posti nelle terapie intensive per i malati gravi” ha precisato Ilaria Capua che ha accolto l’allarme sanitario che arriva direttamente dai sistemi sanitari regionali del Nord. La situazione è difficile e si è molto vicini al collasso.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Bolleggi aggiorna il bilancio 

Contagio da coronavirus: “Illusorio fermarlo”

E dopo la parentesi ospedali, la Capua continua il suo approfondimento sul contagio da coronavirus. “I ragazzi che vanno in giro si espongono al contagio e più che altro potrebbero riportarlo in una nuova regione, quindi in questo momento si sta cercando di far uscire il contagio alla spicciolata” ha aggiunto la virologa. Dal canto suo poi ha ammesso che fin dall’inizio, lei da donna di scienza, ho pensato “che fosse illusorio fermare un contagio del genere, però si può rallentare”.

La Capua dunque ha ben spiegato come per il momento non si può né parlare e né pensare minimamente di fermare il contagio, sarebbe un’idea del tutto “illusoria”. Ma la sua chiusa non è stata del tutto negativa, ammettendo, comunque che il contagio da coronavirus si può rallentare. Visione questa che permetterebbe all’Italia di respirare dopo giorni davvero difficili nei quali i numeri dei contagi sono cresciuti a dismisura.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus negli Usa, i dati dell’analisi genetica