Coronavirus, l’annuncio del presidente cinese in visita a Wuhan

Xi Jinping, presidente della Cina, in visita per la prima volta a Wuhan, il centro individuato come il focoalio del coronavirus, ha annunciato: “La battaglia continua, ma la vittoria è vicina”.

Xi Jinping
Il presidente cinese Xi Jinping (Getty Images)

Il presidente della Cina Xi Jinping ha visitato per la prima volta dallo scoppio dell’epidemia Wuhan, la città cinese individuato come il primo e principale focolaio del coronavirus. Quella del Segretario generale del Partito Comunista Cinese è stata una visita di “ispezione di prevenzione e controllo“. Lo stesso Xi Jinping ha poi commentato, come riporta la stampa locale e la redazione di Tgcom24: “La battaglia continua, ma la vittoria è vicina“. A sostegno di questa dichiarazione ci sarebbero i dati sui contagi, dato che oggi, secondo le autorità, in Cina è stato registrato il numero più basso di nuovi casi (19) da quando è cominciata la comunicazione in merito, lo scorso 21 gennaio.

Leggi anche —> Coronavirus, dalla Cina: nell’aria per 30 minuti e distanza di 4,5 metri

Coronavirus, il presidente cinese Xi Jinping in visita a Wuhan per la prima volta dallo scoppio dell’epidemia

Una vittoria a Wuhan è una vittoria per l’Hubei e una vittoria in Hubei è una vittoria per la Cina“. Così il presidente cinese Xi Jinping ha commentato la situazione durante la sua prima visita a Wuhan, focolaio principale del coronavirus, da quando è scoppiata l’epidemia nel paese del Dragone. Il presidente, come riporta la stampa locale e Tgcom24, ha aggiunto inoltre: “La battaglia continua, ma la vittoria è vicina“.

Queste dichiarazioni probabilmente derivano dal nuovo bilancio diramato dalle autorità che ha fatto registrare il più basso aumento da quando è scoppiata l’emergenza. In Cina, secondo i dati, sono stati registrati solo 19 nuovi casi per un totale di 80.756 contagi e 3.136 vittime. In aumento anche il numero di guariti, che secondo la mappa dell’Università statunitense Johns Hopkins di Baltimora, ammontano a 60.096 in Cina.

Intanto le autorità della provincia dell’Hubei, dove si trova Wuhan, hanno annunciato nuovi controlli sugli spostamenti. Secondo quanto riferito da Tgcom24, gli spostamenti, che saranno consentiti alle persone in salute da aree a medio e basso rischio all’interno provincia, verranno controllati attraverso un’applicazione che assegnerà un colore per codice di salute. Questi colori saranno: rosso, che indica un caso confermato o sospetto di coronavirus, giallo per  un contatto vicino e verde per certificare l’assenza di contatti.

Leggi anche —> Coronavirus, dalla Cina arriva un segnale di “ritorno alla normalità”

Leggi anche —> Coronavirus, dalla Cina scoperte nuove modalità di trasmissione

Coronavirus
(Getty Images)