Coronavirus, truccatrice Detto fatto positiva: la Rai ferma tutto

Coronavirus, truccatrice del programma di Raidue Detto Fatto positiva: la Rai ferma le registrazioni. Bianca Guaccero fa chiarezza sulle proprie condizioni.

coronavirus-detto-fatto
Bianca Guaccero a Detto Fatto – Foto Instagram da https://www.instagram.com/biancaguacceroreal/

La Rai ferma le registrazioni di Detto Fatto, il programma di Raidue, dopo che una truccatrice è risultata positiva al coronavirus. A riferirlo è Dagospia secondo cui le registrazioni della trasmissione sarebberp state momentaneamente sospese in attesa di ulteriori informazioni. Nel frattempo, la conduttrice e attrice pugliese, Bianca Guaccero, ha fatto chiarezza sul proprio stato di salute dopo essere stata assente per una gestroenterite.

Coronavirus, truccatrice di Detto Fatto positiva: la Rai ferma le registrazioni e Bianca Guaccero fa chiarezza sul proprio stato di salute

“Nel pomeriggio di oggi si è scoperto che una truccatrice che lavora alla Rai di Via Mecenate a Milano è positiva al Coronavirus. Le registrazioni di Detto Fatto sono state interrotte e allo staff è stato impedito di uscire dal centro di produzione che molto probabilmente verrà chiuso per 14 giorni”, fa sapere Dagospia che ha lanciato la notizia. Probabilmente, dopo aver fermato Porta a Porta, la Rai fermerà anche le registrazioni di Detto Fatto mentre continua ad andare in onda, in diretta, Vieni da me, la trasmissione di Raiuno condotta da Caterina Balivo.

Nelle scorse ore, inoltre, Bianca Guaccero, di fronte ad alcune notizie sulla propria salute, ha fatto chiarezza ribadendo di non aver condotto la trasmissione negli ultimi giorni per una gastroenterite e non per il coronavirus. “Ritorno a ripetervi che in circolo ci sono anche i comuni virus come la gastroenterite che è quella che ho avuto io. Non ho il coronavirus altrimenti lo avrei dichiarato apertamente per la tutela di tutti”, fa sapere l’artista pugliese.

Nella didascalia che accompagna la foto, poi, scrive: Ps ringrazio come sempre tutti i blog che hanno utilizzato titoli sensazionalistici speculando sulla mia salute. Invece che occupare i loro spazi per divulgare cose più importanti e che sono più utili alla società, in questo delicatissimo momento storico”, conclude riferendosi alla pandemia da coronavirus