Coronavirus, il segnale in questi giorni che fa ben sperare

Coronavirus, il segnale in questi giorni fa ben sperare. Le parole dell’esperto Cnr:” In alcune aree aumenti non più esponenziali”

Coronavirus
coronavirus (Getty Images)

La gente comincia a rispettare le regole, ma è ancora troppo presto per capire se le misure attuali stiano avendo un impatto positivo. “L’aumento dei casi è ancora consistente e riguarda in particolare alcune regioni, soprattutto alcune zone della Lombardia – afferma Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di genetica molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche – Tuttavia, si può cominciare a vedere un aumento lineare e non più esponenziale in molte aree”. Commenta il dottore dopo l’ultimo bollettino sul Coronavirus diffuso dalla Protezione civile. “Dovremo aspettare almeno domani o dopodomani per capire se questo trend è stabile e se quindi possiamo veramente parlare di un rallentamento“conclude.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Coronavirus, intubato a 23 anni: il dolore del padre

Coronavirus, le regole da rispettare

Coronavirus
Una vita a distanza (pixabay)

I cittadini stanno collaborando, l’Italia intera sta combattendo una grande battaglia. Il nuovo decreto emanato l’11 marzo 2020, dopo la conferenza di Conte, parla chiaro. Tutti devono rimanere nelle proprie abitazioni e uscire solo in caso di necessità. Lavoro, per chi non può approfittare della modalità smartworking, purché si rispettino le norme di sicurezza; problemi di salute: visite importanti e esami specifici che devono essere certificati; necessità primarie come la spesa di beni alimentari o medicine o accudire gli anziani. Io resto a casa è l’hashtag principale di questa campagna di emergenza, che da qualche giorno appare su ogni canale social. Per sensibilizzare l’emergenza Covid-19 anche i vip stanno pubblicando video e foto nelle proprie case. Leggere, dipingere, cucinare e fare attività fisica nelle proprie abitazioni sono diventate le azioni quotidiane di ognuno di noi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Lo smartworking ai tempi del coronavirus: controlli possibili su pc e mail

Il Decreto dell'11 marzo è in arrivo: cosa conterrà
Affrontare il coronavirus (foto Pixabay)