Coronavirus, Gallera: “Andamento dei contagi in Lombardia costante”

Coronavirus, l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, fa il punto della situazione sull’andamento dei contagi

Cronavirus
L’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera (foto dal web) 

Al termine di una nuova giornata di emergenza coronavirus, Protezione Civile ed organi preposti hanno fatto il punto della situazione sull’andamento sanitario. Molto atteso anche il bilancio da parte di Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, la più colpita fin qui dalla malattia. Arrivano in tal senso dichiarazioni piuttosto importanti, che danno il quadro generale dell’emergenza. Stamattina, Gallera ha spiegato: “Eravamo ieri quasi a zero posti letto di terapia intensiva. Alle dieci, è arrivata la notizia di quasi trenta respiratori dalla Croce Rossa di Milano. Mi sono quasi messo a piangere per la tensione della giornata e per la bella notizia”. Ci sono anche aspetti positivi: “Il dato finora è costante, rispetto alle previsioni che lo davano in crescita esponenziale. Entro domenica potremo verificare se c’è stato effettivamente un rallentamento, i dati sulla singola giornata lasciano un po’ il tempo che trovano”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, la Francia di Macron apre gli occhi

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Oms avverte: “Cosa fare per frenare il contagio”

“Da quando avremo l’ordine firmato dei respiratori – ha aggiunto – partirà il countdown di dieci giorni per l’apertura del centro nei padiglioni di Fiera Milano. L’ordine deve partire entro tre-quattro giorni, almeno quello, non possiamo aspettare settimane. Bertolaso? Le polemiche non mi interessano. Abbiamo chiamato il miglior uomo sulla piazza. Da subito ha approfondito i temi con la sua squadra, è già operativo. Si attiverà immediatamente dopo le prime riunioni”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, via al test sull’uomo per un vaccino: “Sarà iniettato a dei volontari”

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, come prenderci cura di noi stessi con la quarantena

Coronavirus
La mappa dell’epidemia del coronavirus al 15 marzo (screenshot)