Yaravirus | nuovo pericolo dopo il Coronavirus | “Virus anomalo”

Alcuni scienziati hanno isolato ed osservato un nuovo tipo di corpo virale, chiamato Yaravirus. Dopo il Covid-19 ecco un altro campanello d’allarme.

Yaravirus coronavirus
C’è il rischio che il mondo debba fare i conti anche con lo Yaravirus FOTO Danny Lawson Getty Images

Come se non bastasse il Coronavirus a portare sconquasso in tutto il mondo, e non solo in Italia, ora si aggiunge dell’altro. È lo Yaravirus, portato un agente patogeno scoperto da ricercatori brasiliani e francesi.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | la nuova autocertificazione | le modifiche

Ne parla il tabloid britannico ‘The Independent’, secondo il quale sarebbe sorta una nuova epidemia, differente da quelle in atto già da settimane a causa del Covid-19. Lo Yaravirus risulta ancora alquanto sconosciuto, dal momento che soltanto il 10% dei suoi geni risulta regolarmente noto e con affinità ad altri agenti virali conosciuti. Del rimanente 90% invece non si conoscerebbe nulla, come riporta ancora ‘The Independent’. A lavorare su questo nuovo virus sono stati, per primi, degli scienziati dell’università Federale di Minas Gerais, coordinati dal professor Jonatas S. Abrahao del locale Dipartimento di Microbiologia. Gli studiosi hanno isolato il virus, scoprendo che si trattava di qualcosa di nuovo.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, la situazione migliora in Cina: notizie da Wuhan

Yaravirus, isolato in Brasile: ha caratteristiche in larga parte non conosciute

Assieme ai ricercatori brasiliani hanno lavorato anche altri studiosi, dell’’università francese di Aix-Marseille. Tracce del virus sarebbero state trovate in delle amebe estratte dal lago artificiale di Pampulha. Il nome Yara deriva da una creatura delle leggende del posto, una sirena considerata la madre di tutte le acque. Per ora non c’è nessun allarme ma la cosa comincia a destare l’attenzione della comunità scientifica. Sono sconosciuti sintomi ed effetti di questo corpo virale. E per adesso non risulta esserci nessun essere umano contagiato. Una particolarità dello Yaravirus, come spiega lo stesso professor Abrahao, è che esso non è legato ad alcuna particella gigante né comporta un genoma complesso. Cosa che è invece un tratto comune di tutti gli altri tipi di virus conosciuti. Eppure riesce a trasportare un alto numero di geni non noti.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, come igienizzare le mascherine e riutilizzarle in sicurezza