Brindisi, ragazzo uccide la madre con un coltello a serramanico

Un giovane di 23 anni ha ucciso nel cuore della notte la propria madre: la donna sarebbe stata pugnalata con un coltello a serramanico. Il ragazzo è staato arrestato poco dopo l’atroce gesto dai carabinieri.

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Le avrebbe inferto cinque coltellate al petto e poi sarebbe uscito di casa. Questo l’orribile gesto compiuto da un ragazzo di 23 anni, a danno della madre poi deceduta a causa dei colpi ricevuti. La vittima una donna di 51 anni, e la tragedia ha avuto luogo a San Vito dei Normanni, comune in provincia di Brindisi. Con esattezza in un appartamento sito in Viale Vittime del lavoro, nella zona 167 del comune brindisino.

Leggi anche —> Russia, donna morta in casa: come i soccorritori hanno trovato la figlia

Brindisi, giovane uccide con coltello a serramanico la madre: omicidio brutale nel cuore della notte

Un atto brutale quello di un ragazzo di 23 anni, compiuto nel cuore della notte. Il giovane, tra le mura domestiche, si sarebbe reso responsabile di uno dei più atroci delitti. Con un coltello a serramanico, riporta la redazione di Brindisi Report, avrebbe strappato via alla vita troppo presto la madre, Rossella Cavalieri di 51 anni. Sconvolta per l’accaduto l’intera comunità di San Vito dei Normanni, piccolo comune luogo della tragedia.

Quanto alla ricostruzione del delitto, secondo quanto riferisce la redazione di Brindisi Report, i fatti si sarebbero svolti in un lasso di tempo molto breve. Il ragazzo, si pensa a causa di una lite per futili motivi, avrebbe trasformato l’abitazione in cui viveva con la donna e la sorella di 29 anni, nel teatro degli orrori. Dopo aver aggredito a morte la madre intorno alle 2 sono intervenuti sui luoghi i carabinieri. I militari sono stati contattati, riporta Brindisi Report, dai vicini allarmati dalle forti urla della donna. Il giovane è stato arrestato e trasferito presso il Carcere di Brindisi.

Secondo alcune indiscrezioni trapelate, riporta la redazione di Brindisi Report, il ragazzo sarebbe stato trovato nei pressi del protone d’ingresso del palazzo dell’abitazione di San Vito dei Normanni. Ed è proprio li che sarebbe stata rinvenuta, altresì, l’arma del delitto abbandonata su un muretto. Sul corpo della donna sarà ovviamente eseguita l’autopsia. Quanto alle responsabilità per la sua morte al momento l’unico indagato risulta il figlio. Indaga il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri del capoluogo di provincia pugliese.

Leggi anche —> Muore a soli 4 anni, la madre: “Non date ascolto alle dicerie”

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)