Nicola Porro Coronavirus | “Sono guarito prendendo Coca Zero”

Situazione Nicola Porro Coronavirus: il giornalista era risultato positivo al Covid-19 nei giorni scorsi. Ora però è guarito: “Io ho fatto così”.

Nicola Porro Coronavirus
Nicola Porro Coronavirus Foto dal web

Il giornalista Nicola Porro aveva fatto parlare di sé per il fatto di essere affetto da Covid-19. Una notizia che rientra nel novero delle tante conseguenze relative alla situazione Coronavirus Italia assai critica.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, grigliate e risse condominiali

Adesso il 50enne conduttore televisivo che in passato ha condotto il programma (dal titolo decisamente ironico date le circostanze, n.d.r.) ‘Virus – Il Contagio delle Idee’ su Rai 2 sta meglio. Nicola Porro, che è anche vice-direttore vicario de il Giornale, riferisce sul suo blog personale quanto segue. “Ho sofferto molto ed in alcuni giorni di temperatura intensa ho anche sbarellato. Il momento peggiore arrivava ogni sera. Puntualmente infatti, dopo le 18:00 la febbre saliva sempre fino a 39°. A quel punto finivo in uno stato semi-comatoso. In diversi mi volevano suggerire rimedi più o meno miracolosi.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, vantaggi ai politici a discapito dei medici

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nicola Porro (@nicolaporro) in data:

Nicola Porro Coronavirus: “Ho preso solo Tachipirina e Coca Zero”

Mi hanno proposto di tutto: di prendere la curcuma, di mangiare le bacche di gogi, di ingerire lo zenzero in pezzi e soprattutto di prendere la vitamina C. Ma io ho preso solamente della Coca Zero. Non ho preso nessun farmaco. Il solo capace di dare degli effetti positivi è la Tachipirina. La prendevo per fare in modo che la febbre calasse. Ora sono guarito ma resti in isolamento, perché ancora non si sa quando smetterò di essere contagioso”. Porro conduce sia ‘Matrix’ su Canale 5 (dal 2016) che ‘Quarta Repubblica’ su Rete 4 (dal 2018).

LEGGI ANCHE –> Lavare le mani. Sì ma senza danneggiare la pelle

LEGGI ANCHE –> Covid-19, la verità sul virus: mortalità sovrastimata