Coronavirus, muore una cassiera: chiude un supermercato

Coronavirus, muore una cassiera di 48 anni di un supermercato di Brescia. La donna aveva febbre alta e le sue condizioni si sono aggravate.

Coronavirus
(Getty Images)

Una donna di 48 anni che lavorava come cassiera a Brescia è morta. Risultata positiva al coronavirus, da qualche giorno aveva febbre alta ed era a casa. Le sue condizioni, purtroppo, si sono aggravate.

Coronavirus, cassiera di un supermercato morta a Brescia: chiude il negozio

Brescia, insieme a Bergamo, è una delle province più colpite dal coronavirus. Proprio a Brescia, nelle scorse ore, è morta una donna di 48 anni le cui condizioni si sono aggravate dopo aver avuto la febbre alta per qualche giorno. Proprio a causa delle febbre alta, la donna era a casa da qualche giorno dove, purtroppo, è deceduta.

Il negozio in cui la donna lavorava è stato chiuso per iniziare la sanificazione, necessaria per la sua positività al Covid-19 che continua a mietere vittime e contagiati in Italia come si evince dall’ultimo bollettino della Protezione Civile.

L’emergenza sta mettendo in ginocchio la sanità italiana e i medici cinesi, durante la conferenza stampa con il Governatore della Lombardia Attilio Fontana lanciano l’allarme:

Se vengono aumentate le misure di quarantena diventa più facile andare ad identificare le persone esposte. Ora è il tempo di chiudere le attività, di chiudere il movimento, di restare a casa, di avere le persone che siano completamente coscienti che devono essere preparati per rallentare questa epidemia non muovendosi restando a casa. Non c’è una seconda scelta di fronte alla vita. Grazie”, ha spiegato il vice direttore della Croce Rossa Cinese.

Borrelli della Protezione Civile, invece, ribadisce l’importanza di restare a casa alla luce del probabile picco dei contagi che potrebbe arrivare tra due settimane. Attualmente, l’Italia, ha già superato la Cine per il numero dei deceduti. In base all’ultimo bollettino della Protezione Civile, infatti, sono 4032 i deceduti.

coronavirus
Emergenza Coronavirus (GETTY IMAGES)