Covid-19, giocavano a carte: esplode nuovo focolaio

Covid-19, nuovo focolaio in una città italiana: la causa è incredibile e sarebbe riconducibile ad una partita a carte

Covid-19
Covid-19, un nuovo focolaio originato da una partita a carte (foto dal web) 

Nell’emergenza coronavirus che attanaglia ormai da diversi giorni il nostro paese, si riscontra un nuovo focolaio. Per la precisione in Veneto, nel comune di Cordignano, in provincia di Treviso. I casi positivi sono 14, per la maggior parte si tratta di anziani. E la causa della diffusione del virus sarebbe incredibile: gli over 70 frequentavano tutti lo stesso bar, giocando abitualmente a carte. Così, la malattia si sarebbe trasmessa tra loro.

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, Burioni attacca: “Ecco il vero problema”

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, dagli Stati Uniti l’attacco ad Italia e Cina

Il ‘Gazzettino di Treviso’ riporta che il sindaco di Cordignano, Alessandro Biz, ha comunicato la notizia ai parenti delle persone contagiate e a tutti i conoscenti che potrebbero aver preso contatto con loro. La partenza del focolaio sarebbe avvenuta ad un tavolo di quattro anziani, conoscenti e giocatori soliti in gruppo, stando agli esiti delle ricerche e alle ricostruzioni degli spostamenti delle persone contagiate. Il virus, con le carte a fare da veicolo, avrebbe dunque contagiato successivamente altri dieci avventori dello stesso bar. Uno dei contagiati, a breve, potrebbe essere dimesso. Si attende l’esito del tampone per verificarne la guarigione. Ci sono sospetti anche su possibili ulteriori contagi nel bar del bocciodromo della stessa Cordignano.

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, l’illustre parere: per gli italiani trasgredire è un piacere

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, tra i fattori del contagio in Italia una partita di calcio