Covid-19, per Montanari è una “truffa gigantesca”- VIDEO

Secondo il nanopatologo i morti per Covid-19 sarebbero solo tre, tutto il resto “è finto”, solo una trovata mediatica per alimentare il “business dei colossi farmaceutici”

Covid-19
Stefano-Montanari (imolaoggi.it)

Gli scienziati di tutto il mondo si affannano a trovare una cura contro il Covid-19 ma, in Italia, c’è chi sostiene che tutto questo non serva a nulla. Il motivo? L’epidemia di coronavirus scoppiata prima in Cina, poi in Europa e nel resto del mondo sarebbe solo una trovata mediatica dei colossi della farmaceutica.

Nulla di cui teme, insomma, secondo Stefano Montanari. Nanopatologo bolognese, dottore in farmacia è un “negazionista” convinto e un “antiquarantenista”. Si definisce “scienziato” e ha condotto una lunga campagna antivax. Montanari ha detto la sua in un’intervista ad Affatitaliani.it e di certo non si è risparmiato nell’esprimere il suo pensiero irriverente.

Dietro tutta la pandemia del coronavirus ci sono le case farmaceutiche con il loro business esponenziale. Un indotto così grande da superare persino il commercio della droga, ha detto Montanari. “Il più grande della storia dell’umanità. Un potere che ha comperato tutto, la chiesa cattolica, gli ebrei, i musulmani” ha precisato.

Per molti il negazionista è un grande fakettaro, per altri, invece, un vero profeta.

Leggi anche –>Coronavirus, Protezione Civile: i numeri del 22 marzo – DIRETTA

Covid-19, per Montanari solo tre morti

Le affermazioni del nanopatologo non si fermano. Sono un fiume in piena e anche abbastanza irriverenti. La prima accusa è verso la chiesa e il Vaticano, anch’esso ricattato dalle case farmaceutiche “sin dagli anni 50, hanno imposto di non far entrare negli oratori i bambini non vaccinati”. Ma non solo. La Chiesa chiuderebbe gli occhi davanti al commercio dei feti da cui sono ricavati certi vaccini.

E in merito al Covid-19 afferma che i morti accertati sono solo tre. “Bisogna raccontare un sacco di balle, e tacere la notizia che i morti sono solo 3 – ha tuonato – Le notizie non vanno date, le notizie vanno accuratamente distorte”. Il motivo di questo numero così basso? “Gli altri decessi sono di ottantenni che avevano cancri o diabete – ha spiegato Montanari – In Italia muoiono 650.000 persone all’anno, e probabilmente più della metà avrà anche il coronavirus. Abbiamo 20.000 morti all’anno per influenza, 49.000 per infezioni contratte negli ospedali. E se io mi butto dal 10 piano e ho anche il raffreddore, non si può sostenere che sono morto di raffreddore”.

Leggi anche –>Covid-19 Italia, la mappa del contagio regione per regione

Il Coronavirus spiegato dal nanopatologo

Alla domanda su cosa sia allora, in realtà, il coronavirus Montanari non ha indugi. “Quella certa storia dei pipistrelli che hanno infettato l’uomo mi fa pensare agli Ippogrifi, agli unicorni” ha detto. “Lavorare coi virus è molto facile, a volte si fanno delle modificazione sui virus anche senza volerlo – ha continuato – contrariamente a quello che crede la povera Lorenzin, i virus sono microscopici, esistono addirittura dei brevetti depositati da anni per modificare il Coronavirus”.

“Il comune raffreddore è uno dei tanti virus della famiglia Coronavirus, altri della stessa famiglia provocano l’epatite virale, influenza, raffreddori vari, non sono dei sistemi viventi, ma delle catene chimiche che a volte possono infettare il fegato, l’intestino, o i polmoni” ha continuato nella sua spiegazione irriverente. E sono in continua mutazione secondo Montanari tanto che ne avremmo “centinaia nel nostro corpo”. Ed infine un’ulteriore specifica:”Il coronavirus italiano è diverso da quello cinese. Ci può essere stato un incidente di percorso in qualche laboratorio, forse qualcuno l’ha fatto apposta”.

Leggi anche –>  Covid-19, bere alcol per proteggersi dal contagio: il mito da sfatare

Covid-19, un vaccino non ci sarà mai

Il nanopatologo non si è risparmiato nemmeno in materia di vaccino. “Il coronavirus come il comune raffreddore o il tetano, non avrà mai un vaccino che darà immunità totale e per sempre al paziente” ha detto senza peli sulla lingua. “Non ci si può vaccinare contro il raffreddore, il tetano, ci si può ammalare innumerevoli volte con questi virus. Il vaccino eterno è una truffa”.

Affianco a questo, giù contro anche mascherine e quarantena, tutto una follia. E non risparmia nemmeno il sistema sanitario italiano: orribile e distrutto dalla classe politica. “Non è vero che il nostro è uno dei migliori, fa schifo, è stato distrutto dalla nostra classe politica – ha detto – A sentire quei politici che lo celebrano, mi cadono le braccia, e non solo quelle”.

Tutto questo a sostegno della sua tesi: “una truffa pompata a livello mondiale, per obbligare 7 miliardi e passa di persone a farsi vaccinare”. Un business colossale lo definisce Montanari che non ha precedenti. “Stanno bloccando il mondo, ma non le Borse – ha concluso – E chi è un ultra ricco alla fine potrà acquistar aziende e beni altrui per prezzi stracciati. Quando finirà questa farsa, alcuni si troveranno padroni del mondo. A fine farsa avremo una massa di poveri”.

Leggi anche –>  Covid-19, Speranza: “Vi spiego quando arriverà il picco”- VIDEO