Covid-19 Protezione Civile: 57.521 casi positivi, 7.504 vittime e 9.362 guariti

La Protezione Civile, oggi mercoledì 25 marzo, ha comunicato l’ultimo aggiornamento in merito ai numeri di decessi, contagiati e guariti da Covid-19 in Italia nelle ultime 24 ore.

La Protezione Civile anche oggi ha tenuto la consueta conferenza stampa in ordine ai numeri del Covid-19 nelle ultime 24 ore. Alla conferenza non ha preso parte il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli che avrebbe accusato sintomi febbrili. A tenere la conferenza stampa sono stati i direttori del Dipartimento Agostino Miozzo e Luigi D’Angelo, i quali hanno riferito che le persone attualmente positive sono 57.521, ossia 3.491 in più di ieri. Quanto alle vittime, i decessi registrati sono 7.504 cioè a dire 683 in più nelle ultime 24 ore. Anche il numero dei guariti è salito: 9.362, cioè a dire 1.036 in più della giornata di ieri.

Protezione Civile: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di martedì 24 marzo

Il commissario per l’emergenza, Angelo Borrelli ha reso noto che ieri martedì 24 marzo, i soggetti positivi avevano raggiunto i 54.030. Aggravato risultava anche il bilancio delle vittime, giunte a 6.821. Cresciuto parallelamente anche il numero dei guariti, ieri giunto a 8.326.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, aggiornamento Borrelli: 54.030 positivi, 6.821 vittime e 8.326 guariti

Protezione Civile,  l’aggiornamento sui numeri del Covid-19 lunedì 23 marzo

Angelo Borrelli, nella giornata di lunedì ha riferito che i contagi nel nostro Paese erano saliti a 63.927. Aumentate anche le vittime giunte a 6.078. Risultava cresciuto anche il numero dei guariti giunto a 7.423.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, aggiornamento Borrelli: 63.927 contagi, 6.078 vittime e 7.423 guariti

Coronavirus, Borrelli non farà parte della conferenza stampa alla Protezione Civile: il motivo

Angelo Borrelli, commissario per l’emergenza della Protezione Civile, oggi non terrà la sua consueta conferenza stampa alle 18. Ha, infatti, accusato sintomi febbrili e pertanto è stato sottoposto al tampone per il coronavirus.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, Borrelli non farà parte della conferenza stampa: i motivi

Covid-19, calano i contagi ma aumentano i morti

Come si evince dai numeri comunicati dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli, la situazione in Italia resta critica. Pur essendovi stata una deflessione nei contagi non accennano a diminuire i decessi. Ed infatti, nella giornata di ieri si sono registrate 743 morti, facendo salire il bilancio delle vittime a 6.821. Cifre esorbitanti anche quelle dei contagi che giungono a 69.176.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, calano i contagi ma aumentano i morti

Covid-19 news, in arrivo altro importante aiuto all’Italia dalla Cina

La Cina non smette di aiutare l’Italia. Nella giornata di oggi, mercoledì 25 marzo, sono giunti a Milano Malpensa su un volo proveniente da Fujiuan 14 operatori sanitari e non solo. Il Paese del Dragone donerà ad alcuni ospedali anche delle preziose attrezzature per fronteggiare la critica emergenza da Covid-19.

Il personale cinese per 5 giorni resterà in Toscana dove effettuerà attività di formazione ai sanitari regionali. Quanto alle attrezzature verranno caricate sui mezzi Estar e trasportati in vari presidi ospedalieri della Toscana.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19 news, in arrivo altro importante aiuto all’Italia dalla Cina

Covid-19 l’Iss sfata tutti i falsi miti in circolazione sul virus

L’Italia sta fronteggiando una delle più drammatiche emergenze sanitarie della sua storia. Dopo l’epidemia di Spagnola negli anni ’20, ora quella da Covid-19. Il compito, adesso, è però paradossalmente reso più arduo a causa dei social network. In che senso? Il potente mezzo, ormai divenuto d’informazione, se da un lato rende più agevoli i contatti tra le Istituzioni e la popolazione, dall’altro è foriero di false informazioni. Leggende metropolitane, fake news e bufale di ogni sorta alimentano le psicosi dei cittadini che spesso si convincono di falsità.

Per tale ragione, al fine di sfatare alcuni miti, sono intervenuti gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità. Questi ultimi hanno risolto alcuni dei principali dubbi sorti nella popolazione circa le modalità di trasmissione del Covid-19.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19 l’Iss sfata tutti i falsi miti in circolazione sul virus

Covid-19, l’Iss: chi sono i soggetti a rischio

Secondo un report dell’Istituto Superiore di Sanità ad essere maggiormente colpiti dal Covid-19 sarebbero gli uomini vicini agli 80 anni. I risultati sarebbero emersi a seguito di uno studio che ha preso come campione 2 mila vittime dell’epidemia.

I dati restituiti parlano che il 60% dei decessi riguardava soggetti maschili e che l’età media è di 79,5 anni.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, l’Iss: ecco chi sono i soggetti a rischio

Covid-19
(Getty Images)