Covid-19, la strage dei medici: i nomi delle vittime

urina alcool senza bere
(foto dal web)

Covid-19, la strage dei medici: nel nostro paese il virus sta uccidendo numerosi “camici bianchi”

Il coronavirus continua ad estendersi in Italia e nel mondo: ogni giorni aumenta considerevolmente il numero dei contagi e delle vittime. Il nuovo covid-19, però, non lascia scampo a nessuno: in questi giorni stanno morendo anche numerosissimi medici. Il numero di decessi tra i camici bianchi è salito a 33: oltre il 50% erano medici di base (17). Il dato è stato pubblicato sul sito della federazione degli ordini dei medici. Questo pomeriggio è morta la dottoressa Vincenza Amato, dirigente medico responsabile Igiene e Sanità pubblica del Dipartimento Prevenzione sanitaria. La Amato era al suo ultimo anno di lavoro ed è deceduta all’Ospedale di Romani di Lombardia. Sempre nella regione italiana con più casi di coronavirus, sono morti altri due medici: Mario Calognhi e Gabriele Lombardi, odontoiatri di Brescia. Il primo decesso registrato tra i camici bianchi è stato quello di Roberto Stella: il presidente dell’ordine dei medici di Varese è morto l’11 marzo. A Napoli è morto Gaetano Aotre, medico di base 69enne anch’egli ad un passo dalla pensione. La situazione potrebbe peggiorare: a Roma oltre 90 medici sono risultati positivi al test.

Leggi anche –> Coronavirus, tutti morti in una casa di riposo

Covid-19, 31 medici morti in Italia: le dichiarazioni del segretario FIMMG

L’elenco dei medici morti a causa del coronavirus viene aggiornato continuamente sul portale della Federazione degli ordini dei medici. Più della metà della lista è composta dai medici di base. Il segretario generale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, Silvestro Scotti, ha rilasciato alcune dichiarazioni alquanto importanti. “Tra ieri e oggi, tra i medici morti ben 5 sono medici di famiglia. Questo dovrebbe far riflettere le istituzioni Sanitarie, i medici vanno protetti e nessuno può sentirsi in pace con la coscienza se continua ad esporre medici e personale sanitario senza protezioni individuali e organizzative. E’ ormai evidente che per la medicina di famiglia il tempo sta finendo”. Nel nostro paese, al momento, sono oltre 5.000 gli operatori sanitari contagiati dal nuovo coronavirus.

Leggi anche –> Coronavirus, Conte agli italiani: “Prova molto dura, ci confrontiamo con nuove abitudini di vita”