Serie A, l’annuncio di Gravina sull’assegnazione dello scudetto

Serie A, torna a parlare il presidente della Figc Gabriele Gavina: le sue dichiarazioni sulla ripresa e sull’assegnazione dello scudetto

Coronavirus Serie A
Logo Serie A (foto dal web) 

Il prolungarsi dell’emergenza coronavirus in Italia, con contagi e decessi che nonostante un lievissimo rallentamento giornaliero non accennano a fermarsi, mette a rischio la stagione sportiva. Ci si interroga su quale sarà il destino del campionato di Serie A, le componenti discutono sulle possibili opzioni per salvare la stagione. Continuo dialogo anche con l’istituzione europea della Uefa, al momento difficile tracciare scenari certi. Una decisione verrà presa quando si avrà il quadro più chiaro possibile sull’evoluzione dell’epidemia in tutta Europa.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, nuove date per la ripresa: ipotesi ‘estiva’

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, futuro panchina: deciso il destino di Sarri

Ha parlato della situazione a tutto tondo a ‘Sky Sport’ Gabriele Gravina, presidente della Figc. “Il calcio è migliore di come si voglia far apparire – ha spiegato – I calciatori stanno mostrando grande sensibilità e vicinanza a chi soffre. Abbiamo messo a disposizione il centro tecnico di Coverciano per la terapia intensiva. Tornare in campo? Ci sono riflessioni in atto che però non possono prescindere dalla situazione, molti stanno tuttavia cercando di strumentalizzarle. Gli scambi dialettici ci sono e sono accesi, ma vedo una certa unità di intenti. Vogliamo garantire il ritorno alle competizioni e speriamo di tornare a giocare entro il 30 maggio. La Fifa ha già dato disponibilità a derogare dal 30 giugno come data ultima per concludere la stagione. Lo scudetto? Qualora non si tornasse a giocare deciderebbe il Consiglio Federale. Spero che il campionato in ogni caso si possa salvare. Bisogna tutelare anche i campionati inferiori, non sarei d’accordo al blocco delle retrocessioni. Una Serie A a 22 squadre il prossimo anno con gli Europei a fine stagione sarebbe ingestibile”.

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, appello della curva dell’Atalanta: la risposta è straordinaria

LEGGI ANCHE >>> Serie A, le società hanno deciso su playoff e stipendi