Covid-19, la regola dei 6 secondi e la giusta distanza da mantenere per ridurre il contagio

Covid-19, un gruppo di esperti americani ha  pubblicato uno studio in cui è analizzata la regola dei 6 secondi e la giusta distanza da mantenere per prevenire il contagio. 

CORONAVIRUS
Persone con mascherine(getty images)

Il covid-19 continua a diffondersi per il mondo a grande velocità. Secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University, i casi confermati di contagio sono più di 1 milione con oltre 60mila decessi. Gli stati più colpiti dalla pandemia hanno deciso di applicare un lockdown con misure alquanto restrittive. Uno studio dell’Imperial College di Londra ha svelato che 59mila vite sono state salvate grazie alle misure assunte. A New York, intanto, si registra un nuovo record di morti: 630 persone hanno perso la vita nelle ultime 24 ore a causa del covid-19. In America la situazione è critica: in poche settimane gli Usa sono diventati lo stato con più casi al mondo. Dagli States, intanto, alcuni esperti hanno pubblicato uno studio per spiegare alcune importanti regole per ridurre il rischio di contagio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> La storia del coronavirus: ecco da quando esiste da noi 

Covid-19, esperti americani spiegano la regola dei 6 secondi

Covid-19
Covid-19 (foto Pixabay)

Joshua D.Rabinowitz e Caroline R. Bartman, rispettivamente un professore e una ricercatrice di chimica, hanno pubblicato uno studio sul New York Time in cui hanno rivelato alcune regole fondamentali per ridurre il rischio di contagio. Stando al parere degli esperti, i virus diventano più pericolosi a seconda della quantità a cui si è sottoposti. Le esposizioni brevi si traducono in reazioni minori quindi a casi lievi, viceversa le esposizioni di quantità maggiori possono essere fatali. E’ difficile prendere il virus se si entra in un palazzo in cui c’è stato un positivo mentre è più facile contrarlo se si trascorre un’ora accanto ad una persona infetta. Il distanziamento sociale è, in questo momento storico, di fondamentale importanza. I due esperti hanno svelato che bisogna mantenere un distanziamento tra sé e gli altri di un metro e ottanta: quando ciò non è possibile -come per esempio quando si paga alla cassa in un supermercato- le distanze brevi vanno mantenute per tempi brevi, e precisamente per solo sei secondi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Si abbassa l’età media per i malati di coronavirus: lo studio

Covid-19 virologa Gismondo diffida influenza
(Getty Images)

I due studiosi hanno riferito che vestiti ed imballaggi alimentari che sono stati esposti a qualcuno positivo al virus presentano un basso rischio. Le persone che usano precauzioni come maschere chirurgiche e guanti (anche la giusta distanza) corrono un rischio tollerabile.