Coronavirus, governo: stop al pagamento delle bollette

Il governo ha previsto per i residenti dei comuni che appartengono alla prima zona rossa una sospensione dei pagamenti delle bollette di acqua, luce, canone Rai, gas e rifiuti.

Come gestire i risparmi in caso di default
Soldi in mano (foto Pixabay)

L’Italia vive ancora il pieno dell’emergenza sanitaria scatenata dalla diffusione del Covid 19 e in questi giorni, in cui siamo tutti costretti a restare a casa per attenerci alle misure di contenimento, i consumi delle varie utenze si sono notevolmente impennati. In questi tempi difficili dove in molti sono costretti a non lavorare perché tante attività soo costrette a restare chiuse oltre alla crisi sanitaria il paese ne sta vivendo anche una economica.

Per far fronte al disagio di tante famiglie il governo, con il decreto “Cura Italia” ha previsto delle misure per combattere il clima di incertezza finanziaria che in tantissimi purtroppo stanno vivendo. Fra le strategie messe in campo, una delle più importanti, c’è la possibilità di sospendere per due mesi il pagamento delle bollette di luce, acqua, gas, rifiuti e canone Rai per chi risiede nelle aree più colpite dal Covid 19.

LEGGI ANCHE -> La casa di carta: letà e i partner nella vita reale dei personaggi della serie

Chi non pagherà le bollette

Soldi euro
(Getty Images)

Con il decreto-legge approvato dal Consiglio dei ministri il 2 marzo è stata prevista la sospensione del pagamento delle bollette fino al 30 aprile per chi risiede nelle comuni che appartengono alla prima zona rossa ovvero le città di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’ Euganeo. Con la sospensione del pagamento della luce è chiaro che ci sarà anche quella dovuta per il canone Rai che com’è noto è associato alla bolletta dell’energia elettrica.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, la Merkel insiste: Il Mes una sicurezza per tutti

Come gestire i risparmi in caso di default
Ombrello salva soldi (foto Pixabay)

È stato già chiarito che il saldo del canone avverrà in un’unica soluzione, senza l’aggiunta di sanzioni e interessi, e sarà inserito nella prima bolletta che i residenti della prima zona rossa dovranno pagare dopo la sospensione.