Covid-19, aumentano i controlli a Bergamo: esercito e polizia in strada

Covid-19, Bergamo: la gente ritorna a riempire le strade e così aumentano i controlli delle forze dell’ordine. 

Coronavirus
L’esercito a Bergamo (repubblica.it)

La Lombardia è la regione italiana più colpita dal coronavirus. Il numero totale dei positivi è salito a 53.414 con 1.089 persone in più rispetto alla giornata di ieri. Bergamo è stata letteralmente messa in ginocchio dal nuovo covid-19: nella città orobica il virus ha circolato con estrema velocità, contagiando medici e operatori sanitari e facendo collassare fin da subito il sistema sanitario. Negli ultimi giorni la situazione pare essere in netto miglioramento e i casi confermati sono al momento 9.931, con un incremento di 63 pazienti rispetto alla giornata di ieri. Giulio Gallera, assessore al Welfare della Lombardia, ha confermato che il risultato è vicino e ha chiesto di restare a casa nelle prossime festività pasquali per poter superare l’emergenza. Complici le prime belle giornate primaverili, però, si è tornati a riempire le strade. Aumentano quindi i controlli delle forze dell’ordine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCE –> Coronavirus, aggiornamento protezione civile: i numeri dell’epidemia all’8 aprile 

Covid-19, si intensificano i controlli della polizia a Bergamo

Ad inizio aprile è stato segnalato un aumento significativo di persone in strada. La prefettura, secondo quanto riportato dall’Eco Di Bergamo, ha comunicato ai sindaci di far rispettare le norme per contrastare la diffusione del coronavirus. Come spiegato da TGcom24, la gente è tornata a ripopolare le strade di Bergamo. Per questo motivo i controlli delle forze dell’ordine e dell’esercito diventano sempre più stringenti: in tutta la città ci sono posti di blocco della polizia e camionette dell’esercito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Il coronavirus può minare la nostra autosufficienza alimentare? 

Il premier Giuseppe Conte ha prorogato le misure fino al prossimo 13 aprile. Questa data, con molta probabilità, verrà modificata ancora. Per la maggior parte degli esperti la fase 2 dovrebbe cominciare ad inizio maggio.