Il questionario della CNR per capire il numero dei contagiati in Italia

E’ online il nuovo questionario lanciato dalla CNR per creare una nuova stima sul “vero” numero dei contagi da Coronavirus in Italia

questionario coronavirus
questionario Coronavirus Foto dal web

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ha lanciato lo scorso 14 Aprile un questionario online per gli utenti che intendono svelare i sintomi che più si avvicinerebbero al Coronavirus. Uno studio ideato e portato avanti da scienziati biomedici dell’Ospedale Sacco di Milano e dagli enti di ricerca gerontologica e delle malattie infettive. Il format online è una versione demo che sarà attiva sui portali fino al prossimo 30 Aprile. Il suo nome è “Epicovid-19” e sarà controllato quotidianamente dai ricercatori della CNR che non ne hanno garantito la continuità in mancanza di un progetto con i fondi.

L’obiettivo del questionario è quello di calcolare quante siano le persone che negli ultimi tempi hanno avvertito dei sintomi riconducibili al Coronavirus. In questo modo si potrà capire la situazione annebbiata relativa ai contagi e mettere il personale sanitario nelle condizioni di lavorare su basi più certe. I dati forniti dalla Protezione Civile non possono essere versetti di un vangelo cristiano in quanto si tratta di numeri certificati dai governatori di ciascuna regione. Ma lo scetticismo che ruota attorno al nemico, nasconde i numerosi asintomatici e paucisintomatici.

Ad oggi sono già pervenute circa 90.000 richieste in tutta Italia e i loro risultati saranno segnalati alle autorità che si occupano della crisi. Il riferimento è rivolto soprattutto alla Lombardia e al suo numero di contagiati che sembra più eccessivo di quanto dichiarato. Il questionario inoltre non darà alcuna informazione sulle persone già decedute.

LEGGI ANCHE —–> Coronavirus, aggiornamento Protezione Civile: i numeri dell’epidemia al 18 Aprile

I particolari del questionario

questionario Coronavirus
coronavirus (Foto di Pete Linforth-Pixabay)

Le stime che la CNR raccoglierà saranno utili per alimentare direttive più precise sugli approfondimenti della ricerca scientifica. Non vanno sostituiti ai test per tamponi ma possono essere utili in mancanza dei primi. Il consiglio dei rappresentanti della CNR dunque è uello di diffondere ai parenti e agli amici per avere un quadro più chiaro sulla situazione del Coronavirus.

Il questionario è caratterizzato da risposte in forma assolutamente anonima e rispetterà i caratteri della legge sulla privacy: per l’iscrizione, clicca qui. Le richieste si limitano al comune di residenza, CAP, sesso, età, professione e cronologia sanitaria pregressa per coloro che manifestano intolleranze riconducibili ad una potenziale esposizione al Covid-19.

LEGGI ANCHE —–> Idrossiclorochina, un possibile rimedio al virus: via alle sperimentazioni

Gli aggiornamenti potranno essere seguiti fornendo il proprio indirizzo mail e il requisito minimo per la prosecuzione alla compilazione del questionario è dichiarare di essere maggiorenni.