Le previsioni del sempre più atteso Decreto di aprile

Si attende a breve l’emanazione del c.d. “Decreto di aprile”. Conterrà le disposizioni sui nuovi bonus, sulle compensazioni e le altre agevolazioni al fine di supportare privati e imprese durante l’emergenza Covid-19.

Le previsioni del sempre più atteso Decreto di aprile

Puzzle di dollaro (foto Pixabay)Il Consiglio dei ministri atteso oggi, lunedì 20 aprile, e che invece si terrà a metà di questa settimana, sarà utile proprio a trovare le risorse finanziare per il “decreto di aprile”.

In base alle notizie che circolano sui quotidiani nazionali, saranno stanziati addirittura 70 miliardi, di cui 25 per la cassa integrazione guadagni.

Le principali misure sono tutte volte a fronteggiare la mancanza di liquidità, tema trasversale che riguarda tanto le famiglie quante le imprese di ogni dimensione ma soprattutto le PMI.

Le principali misure del decreto di aprile

Le previsioni del sempre più atteso Decreto di aprile
Faldoni (foto Pixabay)
Le misure previste con il decreto di marzo c.d. “cura Italia” ( D.L. n. 18/2020), a sostegno delle imprese, sono state oggetto di numerose critiche almeno per due ragioni.
La prima è che i prestiti garantiti dallo Stato sono pur sempre prestiti e dunque significano indebitamento. La seconda è relativa ai tempi di accesso a tale misura. Infatti, non si tratta di un aiuto immediato, anzi.
L’inadeguatezza degli aiuti previsti è stata sottolineata anche dal Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, che ha affermato che l’indebitamento delle aziende non è «la strada giusta».

Leggi anche —>Elisabetta Franchi critica le misure del governo: sono debiti, non aiuti.

Tra le misure più promettenti che saranno quindi introdotte con il decreto di aprile cìè sicuramente l’allargamento dello strumento della compensazione quale strumento di pagamento delle imposte: pagare cioè le imposte con c.d. “moneta fiscale”.

Un’altra misura interessante, forse anche più della precedente, è quella di un ulteriore rinvio delle scadenze per il pagamento delle imposte che permetta alle aziende di aumentare la c.d. “cassa”.

Infine, in base a rumors sempre più diffusi, i bonus agli autonomi saranno aumentati a 800 euro, a fronte di quelli ammontanti a 600 euro di marzo e anche colf, badanti e baby-sitter e lavoratori stagionali, grandi esclusi del decreto di marzo, saranno destinatari di un’indennità che si chiamerà, molto probabilmente, “reddito di emergenza”.

Le previsioni del sempre più atteso Decreto di aprile
Vecchia macchina da scrivere, documenti e occhiali (foto Pixabay)

Potrebbe interessarti anche —>I Contagi in Italia Regione per Regione aggiornati alle 19.00 del 20 aprile 2020