Coronavirus, in Italia è record di guariti, calano ancora i pazienti in terapia intensiva

La Protezione civile, nella giornata di oggi martedì 21 aprile diramerà il bollettino in merito ai numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

Stando a quanto si legge nella nota del Dipartimento della Protezione Civile, nell’ambito del monitoraggio della diffusione del coronavirus sul territorio, il totale delle persone contagiate è salito a 183.957 con un incremento rispetto a ieri di 2.729 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 107.709, con un decremento di 528 assistiti rispetto a ieri. Purtroppo cresce anche il numero dei deceduti che nella giornata di oggi registra un incremento di 534, facendo salire il totale a 24.648. Anche il numero dei guariti cresce: nella giornata di oggi si registrano 2.723 non più positive, che portano il totale a 51.600. Scendono i pazienti ricoverati in terapia intensiva, ad oggi 2.471, 102 in meno di ieri.

Coronavirus Lombardia, l’aggiornamento della Regione del 21 aprile – DIRETTA

Durante la conferenza giornaliera da Palazzo Lombardia sono stati comunicati i dati in merito all’epidemia da Covid-19 nella regione. I casi positivi ad oggi sono saliti a 67.931960 in più rispetto a ieri. Le vittime sono, invece, 12.579, ossia 203 decessi in più nelle ultime 24 ore.

Protezione Civile: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata del 20 aprile (lunedì e giovedì confermata conferenza stampa)

Il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli ha comunicato nella giornata di ieri in conferenza stampa l’ aggiornamento sull’epidemia da Covid-19 in Italia. I casi  positivi erano saliti a 108.237, ossia 20 in meno rispetto al giorno precedente, il primo decremento dall’inizio dell’emergenza. Aggravato però il bilancio delle vittime giunto a 24.114 in totale. Salito anche il numero dei guariti ieri 48.877.

Angelo Borrelli ha precedentemente reso noto che durante il corso della settimana non vi sarà più alcuna conferenza, eccezione fatta per il lunedì ed il giovedì.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Aggiornamento Protezione Civile: 108.237 positivi, 24.114 vittime e 48.877 guariti

Bollettino Protezione Civile, l’aggiornamento sui numeri del Covid-19 di domenica 19 aprile

Stando al bollettino diffuso domenica dal Dipartimento della Protezione Civile, il totale delle persone contagiate era di 178.972. L’aumento dei soggetti positivi si è attestato di 108.257. Purtroppo risultava cresciuto anche il numero dei deceduti che nella giornata di ieri aveva registra un incremento di 433 unità, facendo salire il totale a 23.660. Salito anche il numero dei pazienti guariti giunti ieri a  47.055.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Aggiornamento Protezione Civile: il bollettino del 19 aprile sui numeri dell’epidemia

Ripartenza, l’Oms frena: “Porterà al ritorno dell’epidemia”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) è lapidaria e lancia un monito alle Nazioni che in questo momento stanno varando ipotesi di ripartenza economica pur essendo ancora in piena emergenza sanitaria.

Stando a quanto riporta la redazione di Tgcom24, l’Oms avrebbe affermato che far cadere in questo momento le misure anti Covid-19 “porterà con ogni probabilità a un ritorno dell’epidemia“. Un messaggio che resta in linea con quanto dichiarato nella giornata di lunedì dal suo direttoreTedros Adhanom Ghebreyesus aveva, infatti, affermato che il peggio è ancora dietro l’angolo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Ripartenza, l’Oms frena: “Porterà al ritorno dell’epidemia”

Regione Lombardia, reso noto il piano per la ripartenza

Nel corso della consueta conferenza stampa di ieri della Regione Lombardia, sui dati dell’epidemia da Covid-19, ha parlato dei progetti per la riapertura l’assessore al Bilancio della Regione Davide Caparini. Gli esperti, come a livello nazionale, sono a lavoro per studiare la Fase 2 che dovrebbe traghettare lentamente la popolazione verso un ritorno alla normalità dopo un’emergenza di oltre due mesi.

L’assessore al Bilancio ha spiegato che in quest’ottica c’è “un piano ambizioso da parte della regione” ossia un piano di investimenti straordinari da 3 miliardi di euro che andrà infrastrutture per far “ripartire l’economia attraverso le opere pubbliche“.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Regione Lombardia, reso noto il piano per la ripartenza

Bambino nasce positivo al virus: primo caso in Italia

Un bambino nato all’ospedale Beauregard di Aosta nei giorni scorsi sarebbe risultato positivo al test per il coronavirus. La notizia, come riporta Rai News, non è stata confermata per motivi di privacy, ma se ciò avvenisse si tratterebbe del primo caso in Italia. Per tali ragioni, il reparto di ostetricia e ginecologia del nosocomio aostano ha attivato un protocollo che prevede l’effettuazione di tamponi per le donne in dolce attesa intorno alla 38esima/39esima settimana di gravidanza. Come riporta Rai News, la donna, avrebbe partorito la scorsa settimana con 38 di febbre.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bambino nasce positivo al virus: primo caso in Italia

Il Presidente della SIMPE: “Vaccinazione obbligatoria per i bambini”

Secondo la SIMPESocietà Italiana di Medici Pediatri, un ritorno dell’epidemia potrebbe verificarsi nel corso della Fase 3, ossia, quando riapriranno le scuole. A mezzo del proprio Presidente, Giuseppe Mele, ha dunque avanzato alcune proposte che ora vorrebbe al vaglio del Governo. In primo luogo figura l’ipotesi di fornire ai pediatri tutti quei dispositivi e presidi utili ad individuare la presenza del Covid-19.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Il Presidente della SIMPE: “Vaccinazione obbligatoria per i bambini”

A partire dai cosiddetti test sierologici sino a giungere ai tamponi. Una delle richieste riguarda anche la vaccinazione di massa obbligatoria con l’antinfluenzale