Il Gruppo Diasorin riprende la corsa in Borsa: il marchio CE sugli anticorpi Covid-19

Diasorin, società per azioni nel segmento della immunodiagnostica torna in auge nelle Borse di Piazza Affari. La nuova scoperta con marchio CE

Diasorin
Diasorin (Foto dal Web)

Diasorin, gruppo operante nel ramo dell’immunodiagnostica capeggia da tempo un team di 26 società principali e 4 succursali. L’azienda in questione ha l’interesse di sperimentare i propri test all’interno di 5 principali siti produttivi presenti in Europa e negli Stati Uniti. L’annuncio dell’ultima ora del team di Diasorin risveglia i suoi numeri dormienti nella borsa di Piazza Affari. Il merito della nuova impennata in Borsa è dovuto ad una scoperta diagnostica, improntata sui test degli anticorpi sul Covid-19. Una ventata di ossigeno per la S.p.a che ha conosciuto un risveglio come d’altri tempi, guadagnando il 6,23% nel listino di Piazza Affari.

Come annunciato alcune settimane fa, la Diasorin oggi ha potuto ufficialmente beneficiare del marchio CE. L’Azienda inoltre si era già resa protagonista già un mese fa grazie ad un test molecolare, grazie al quale era stato possibile abbattere le tempistiche da ore a minuti per delineare gli effetti da Coronavirus.

LEGGI ANCHE —–> Covid-19 farmaco, dagli USA una scopertache potrebbe cambiare tutto

La scoperta della Diasorin: il test sierologico con marchio CE

Diasorin
Medico (Foto dal web)

L’affermazione in Borsa fa spiccare il volo alla Diasorin, insignita del marchio CE per la sperimentazione del proprio test sierologico. Esso è frutto di un lavoro condotto a braccetto con il Policlinico San Matteo di Pavia. Alla sua diagnosi sono stati sottoposti 1500 pazienti affetti di cui si valutano i risultati immunitari. La nuova scoperta porta benefici con l‘individuazione di anticorpi neutralizzanti l’azione del Covid-19. Ma gli studi scorporati dagli scienziati della Diasorin non si fermano all’eccezione di un antagonista della malattia. Con il test è possibile determinare se il paziente sia ancora infettivo o meno.

I test sierologici della Diasorin hanno risposto in maniera significativa su due proteine, S1 e S2 con le quali il Coronavirus si adattava alle cellule del corpo umano. La risposta immunitaria dei pazienti prosegue in maniera eccellente tanto da ricevere un riconoscimento in materia biologica per la società e una programmazione futura su basi certe.

In risposta alla Pandemia, sarà reso disponibile un kit su circa 5000 piattaforme della LIASON XL. Un serbatoio di dispositivi installati nelle strutture ospedaliere globali e con una capacità di analisi diagnostica estesa a 170 pazienti all’ora.

LEGGI ANCHE —–> Covid-19, i controlli sui donatori di sangue: la scoperta dell’Avis

Tutto ciò con un unico scopo: abbattere in tempi ristretti la Pandemia, studiando nel dettaglio la risposta immunitaria ed evitare nuove ondate di diffusione.