Fase 2, il presidente del Piemonte: “Riaprite anche gli asili”

Riaprite anche gli asili: lo chiede il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio per aiutare le coppie che torneranno a lavoro dal 4

quarantena bambini
Bambina (paginemamma.it)

La riapertura di alcune attività lavorative è prevista per il giorno 4 maggio. Non saranno proprio tutte, data la gradualità che si intende applicare alla famigerata fase 2. La riapertura e il ritorno al lavoro di tante persone porterà qualche disagio per chi ha i bambini. Le scuole sono ancora chiuse anche se il Governo ha già previsto nel decreto del mese scorso dei vaucher per le baby sitter. Tuttavia, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, si è fatto portavoce della problematica prossima ad arrivare. Il suo è proprio un vero appello alle forze di Governo impegnate a stendere, in questi giorni, i provvedimenti finalizzati al 4 maggio.

Leggi anche > Test sierologici, le ultime

Riaprite anche gli asili, il governatore segue la scia delle mamme

Domande all'Inps per congedi e bonus baby sitting
Bambino che scrive (foto Pixabay)

Occuparsi delle famiglie è un dovere istituzionale e morale. Non possiamo non pensare che i genitori tornino a lavorare senza avere un posto dove mettere i bambini – ha dichiarato il governatore – è fondamentale che per le famiglie parta qualcosa di predisposto dalla Regione e dallo Stato per assistere i bambini durante l’orario di lavoro”. Le richieste di Alberto Cirio seguono la scia delle tante istanze inviate dalle mamme di piccoli bambini alla ministra all’istruzione Lucia Azzolina. Chiedono un’attenzione diversa perchè per loro è difficile la gestione delle lezioni a distanza, per non dire impossibile. Tante mamme saranno costrette a lasciare il lavoro per seguire i propri bambini.

Leggi anche > Piedi nell’allumino, risultati incredibili

Covid-19
Lucia Azzolina foto open

Riaprire gli asili, in ogni caso, non sembra al momento una linea perseguibile. Il Governo, mentre sta varando un decreto finalizzato ad alleggerire le restrizioni, afferma in maniera molto cauta che non si può tornare troppo in fretta alla normalità.