Bonus 600 euro: 400mila richieste respinte. Lo spiega l’Inps

L’Inps spiega il motivo per cui su 900mila richieste del bonus 600 euro in attesa di risposta, 400mila saranno respinte. Ecco il perché

bonus
Soldi in fumo (foto Pixabay)

Difficoltà su difficoltà. Richieste di bonus e cassa integrazione. Ma in verità cosa accadrà? Quasi 1 milione di persone ha fatto domanda per l’aiuto previsto dal Cura Italia ed è ancora in attesa di risposta. Una risposta che probabilmente avrà un esito negativo. Infatti, afferma l’Inps, la metà dei richiedenti non riceverà i soldi perché non possiede i requisiti adatti. Inoltre l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha rivelato il mistero sui gravi problemi di accesso e la violazione dei dati personali degli utenti di inizio mese.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Spada, confiscato il tesoro del Clan di Ostia | 18 milioni allo Stato

Il bonus non arriva, il motivo dell’Inps

bonus
soldi (Getty Images)

Siamo anche  su Instagram, CLICCA QUI e  seguici , così potrai essere aggiornato su gossip, spettacolo e interviste in tempo reale

 

Tutto è iniziato lo scorso 1 aprile, quando è stato attivato il servizio per richiedere il bonus previsto dal decreto Cura Italia. La piattaforma è collassata e subito dopo sono stati violati i dati personali di molte persone. Per prima cosa il presidente dell’Inps ha pensato che si trattasse di un hacker, ma poi ha smentito l’ipotesi. Intanto L’Inps ha ricevuto 5 milioni di richieste su 9,5 milioni di utenti che potevano usufruire del bonus, ma 900mila sono ancora in attesa di risposta. La metà sarà respinta, il presidente Pasquale Tridico spiega che durante la registrazioni sono stati fatti molti errori di compilazione, per esempio i codici iban errati e al momento non è possibile modificare la richiesta. Ma il presidente ha assicurato: “La procedura per fare correzioni sulla domanda verrà rilasciata entro questa settimana”. La cassa integrazione avrà tempi più lunghi, si dovrà aspettare almeno fino al 30 aprile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Rimini, donna violentata e minacciata per 2 settimane: salvata dalla Polizia

Come gestire i risparmi in caso di default
Soldi in banca (foto Pixabay)

Il presidente porge le scuse ai cittadini e al governo: “Abbiamo agito in un contesto di emergenza di soli dieci giorni e senza fare i necessari test sulla robustezza della struttura – conclude – mi scuso con gli utenti e il Parlamento”.