Multato dopo un controllo per aver lasciato casa: in realtà il suo era un motivo più che valido

Pavia, un uomo è stato multato perché avrebbe lasciato la propria abitazione in provincia di Savona senza un valido motivo: il presunto contravventore, tuttavia, aveva ogni ragione per essersi allontanato dalla propria abitazione.

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Le regole imposte dal Dpcm sono stringenti. È possibile lasciare la propria abitazione solo in casi tassativamente previsti ossia motivi di lavoro, di salute o stato di necessità. Al difuori di tali ipotesi si incorre in una sanzione. I controlli da parte delle Forze dell’Ordine vengono eseguiti in maniera capillare su tutto il territorio italiano. Riprova ne sono i dati comunicati dalla Farnesina che registrano nel solo scorso weekend ben 9.300 contestazioni da parte delle autorità.

Tra queste, però, ne figura una che in realtà non avrebbe dovuto essere elevata. Tant’è vero che poi all’esito di ulteriori accertamenti è stata annullata. La vicenda in oggetto è quella di un uomo che da Pietra Ligure (Savona) si è diretto a Pavia per un motivo ben preciso ed è stato multato.

Leggi anche —> Rimini, donna violentata e minacciata per 2 settimane: salvata dalla Polizia

Multato perché trovato fuori da proprio comune per assistere il padre in fin di vita, multato: sanzione annullata

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Una multa poi annullata, quella comminata ad un uomo fermato dalle forze dell’Ordine in provincia di Pavia dai carabinieri di Santa Giuletta lo scorso sabato 20 aprile. Ma cosa è accaduto? Il presunto contravventore si era recato da Pietra Ligure (Savona) a Pavia. Ciò in quanto beneficiario della legge 104 per assistere il padre. Quest’ultimo si trovava in fin di vita.

Fermato dalle autorità l’uomo avrebbe spiegato il motivo per il quale si era allontanato dalla propria abitazione, ma per gli agenti non sarebbe stato un valido motivo. Di conseguenza, riporta l’Ansa, gli sarebbe stata comminata una sanzione così come previsto dal Dpcm. Solo all’esito di più approfondite indagini le Autorità avrebbero verificato la genuinità delle dichiarazioni dell’uomo ed annullato, riferisce sempre l’Ansa, la contestazione.

Per giungere alla revoca sarebbe stato sentito come testimone anche il fratello dell’uomo multato, il quale avrebbe dichiarato che di lì a breve avrebbe dovuto dargli il cambio per non lasciare solo il padre.

Non tutti però hanno un vero valido motivo per lasciare le proprie abitazioni, anzi. Ci sarebbe chi per futili ragioni non solo violerebbe il lockdown ma si prenderebbe anche gioco delle forze dell’ordine.

Leggi anche —> Italia, prima fossa comune per le vittime dell’epidemia

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

È il caso di un uomo che fintosi un infermiere avrebbe eluso i controlli, salvo poi pubblicare un video su Instagram dove ha deciso di raccontare la bravata. Rintracciato dalle autorità è stato multato.