Coronavirus, sintomatologie diverse per gli anziani

Secondo una ricerca medico-scientifica i sintomi del Coronavirus manifestati dagli anziani sono diversi da quelli comuni

anziani coronavirus
Covid 19 Italia FOTO Miguel Medina per Getty Images

Negli ultimi mesi la popolazione mondiale ha imparato a riconoscere i sintomi che affiorano nel sistema immunitario, nonostante le perplessità sulla natura scientifica del Coronavirus. Virologi, epidemiologi ed esperti del settore ci hanno aiutato a capire meglio il comportamento del virus sotto un punto di vista medico. L’analisi delle sintomatologie da coronavirus ad oggi sembrano una quotidianità nella fase del riconoscimento. Il consiglio dunque è quello di prendere le necessarie precazuioni per evitare che il virus si propaghi al nostro interno e allo stesso tempo di diventare oggetto di contagio per la gente.

Una ricerca scientifica oggi però invita gli addetti ad una revisione graduale dell’argomento “sintomi” soprattutto negli anziani. Per le persone dopo una certa fascia di età si sono manifestati sintomi diversi da quelli avvertiti dai più giovani. Non è più un comune raffreddore o un colpo di tosse a fare la differenza. I nuovi strumenti che aiuterebbero a capire di aver contratto la malattia per gli anziani sono: confusione, apatia e vertigini. Tutte componenti che non trovano risposta immediata dal sistema immunitario.

LEGGI ANCHE —–>

Le conseguenze delle nuove sintomatologie per gli anziani

anziani coronavirus
FOTO STR AFP per Getty Images

La difficoltà di individuare il sistema idoneo alla prevenzione dei nuovi sintomi apparsi con frequenza tra gli anziani è un compito piuttosto arduo per medici ed infermieri. Il gruppo di ricercatori dell’ “Agi” li ha definiti spie galeotte che facilitano il compito dell’ospite indesiderato, quale il coronavirus. E’ stato evidenziato un dato costante all’interno dei presidii ospedalieri su come gli anziani malati di Covid-19 diffondano nuove abitudini di vita mai registrate nelle loro cartelle cliniche.

Nella lista speciale dei nuovi sintomi per gli anziani si aggiungono dunque il sonno profondo, il dormire più del solito. Poi ancora un’attitudine più fredda e in preda al nervosismo, dettata da sintomi di confusione mentale. La probabilità alta è stata riscontrata anche in alcuni pazienti che hanno manifestato la perdita del senso dell’orientamento dato dalla sensibilità alle vertigini.

LEGGI ANCHE —–>

coronavirus anziani
stanza di ospedale con medico e paziente in cura steso sul letto (Getty Images)

Addirittura la scomparsa della loquacità ha dimostrato il drastico cambiamento che il Coronavirus porta negli anziani, condannati anche per questi motivi come prime scelte di una pandemia senza precedenti.