Lega in caduta libera, Salvini messo in discussione

Lega in caduta nei sondaggi. Persi sette punti mentre Giorgetti chiede il cambio della comunicazione e sullo sfondo c’è Zaia

Virus Zaia presidente Veneto possibile allentare regole subito
Luca Zaia (Getty Images)

I sondaggi continuano a dare la Lega Nord in calo. Persi sette punti negli ultimi mesi. L’emergenza non sta giovando perchè sta cadendo l’arma forte di Matteo Salvini: la comunicazione. Non a caso c’è stato un confronto tra il leader del partito del nord e Giorgetti che preme per un cambio di comunicazione da adottare durante l’emergenza. I toni aggressivi non fanno più leva sul popolo delle reazioni di pancia, almeno in questa fase delicata del paese. La gente ha altro a cui pensare che alle diatribe politiche e i temi principali dei contenitori tv sono tutti per il virus.  E qualcuno dei suoi si è fatto scappare una battuta: “Se l’emergenza dovesse durare un anno, ci ritroveremmo al 4%”. 

Leggi anche > L’inchiesta sul Piemonte non è piaciuta alla Lega

Lega in caduta libera: occhio a Meloni e Zaia

Giorgia meloni
Giorgia meloni in crescita (GettyImages)

Intanto sullo sfondo c’è il nemico in casa. Nemico si fa per dire, un contendente alla leadership. Zaia c’è anche se si nasconde e fa bene. Ma non è passato inosservato il divario tra Veneto e Lombardia nelle dichiarazioni di Salvini. Il leader cita sempre e solo la Lombardia, nonostante ci sia poco da difendere nell’operato discutibile di Fontana, specie sulle Rsa. Insomma l’aria in seno alla Lega non è positiva. In tutto questo, nello scenario del centrodestra c’è la Meloni che avanza da tempo ed è preferita nei sondaggi come leader della coalizione a Matteo Salvini.

Leggi anche > Covid, la Lega attacca su Napoli

Matteo Salvini
Matteo Salvini a Porta a Porta (screenshot)

I rapporti tra i due partiti alleati non sono sempre rosei come un tempo. Meloni scalcia, cerca spazio anche all’interno della sua stessa coalizione. Intanto il Pd è sempre più vicino alla Lega nei sondaggi.