RSA | l’Oms | “La metà dei morti della pandemia è lì dentro”

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, quasi il 50% dei decessi in questa epidemia sono avvenuti nelle RSA per anziani, una strage.

rsa anziani virus
Tantissimi gli anziani morti per il virus nelle RSA FOTO STEPHANE DE SAKUTIN AFP via Getty Images

Le forze dell’ordine stanno indagando in questi giorni sulle irregolarità avvenute in molte RSA in tutta Italia. Le residenze sanitarie per anziani in molti casi infatti sono diventati dei focolai di contagio. E purtroppo in tanti non ci sono più.

LEGGI ANCHE –> Emergenza Italia | l’allarme arriva dalla Caritas

Ma questa situazione riguarda l’Europa intera, come fa sapere l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per la quale quasi la metà delle vittime della pandemia risiedeva nelle case di cura e di riposo a lungo termine. Pensate a quanti nonni sono morti da soli, senza avere la possibilità né di essere curati né di vedere i propri cari. Hans Kluge, direttore Oms per l’Europa, ha parlato di “inimmaginabile tragedia per l’umanità”.

LEGGI ANCHE –> Servono i tamponi. Lo afferma il microbiologo Crisanti

RSA, l’Oms parla di una strage immane di anziani

E viene di nuovo alla mente il racconto di chi afferma che negli ospedali invece si è reso necessario sacrificare gli anziani per cercare di dare maggiori possibilità di sopravvivenza a chi era più giovane. Solo nelle RSA i più vecchi hanno potuto trovare posto. “Ma ci sono state molte negligenze in diverse di queste strutture”, riferisce Kluge. Limitatamente al nostro Paese, i numeri ufficiali sostengono che, tra il 1° febbraio ed il 14 aprile, i morti nelle RSA ammontano a 6773. Ed il 40% di questi è deceduto per via del virus, sia in maniera diretta che comunque collegata ad esso.

LEGGI ANCHE –> Ictus | dagli Usa | “conseguenza del virus nei più giovani”

Sono il doppio in Spagna: 14mila anziani morti negli ospizi, con la metà per Covid. Numeri simili anche per la Francia e Gran Bretagna. Una strage silenziosa.