Covid-19, l’Oms attacca: “I Paesi non hanno ascoltato la nostra allerta del 30 gennaio”

Covid-19, l’Oms ha attaccato i singoli Stati per non aver ascoltato l’allerta del 30 gennaio. 

Coronavirus Oms
Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore Oms (GettyImages)

L’Organizzazione mondiale della sanità è stata fondata per raggiungere l’obiettivo da parte di tutte le popolazioni del più alto livello possibile di salute. In un momento così critico nel mondo, con la pandemia di coronavirus che continua ad estendersi sul pianeta, l’organo è finito nell’occhio del ciclone e ha catturato diverse critiche. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha attaccato pesantemente l’Oms minacciando di voler tagliare i finanziamenti statunitensi all’organizzazione. Il motivo? Il settantatreenne ha accusato l’Oms di aver contribuito al tentativo della Cina di minimizzare il rischio dell’epidemia ad inizio anno. Nella giornata odierna, il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni in conferenza stampa in cui ha svelato che i Paesi non hanno ascoltato le raccomandazioni e le allerte dell’organizzazione.

LEGGI ANCHE –> Covid, il Belgio è il paese con maggiore letalità in Europa 

Covid-19, l’Oms critica il comportamento dei Paesi

Virus pazienti oncologici ospedale cure
(Getty Images)

Tedros ha spiegato in conferenza stampa che l’Oms dà i migliori consigli: alcuni Paesi li accettano ed altri li rifiutano. Per il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità ogni paese si assume la sua responsabilità. “Quando il 30 gennaio abbiamo dichiarato la più alta emergenza sanitaria mondiale, con solo 82 casi di coronavirus fuori dalla Cina, il mondo avrebbe dovuto ascoltare meglio. Tutti i Paesi avrebbero potuto attivare i massimi livelli di sicurezza allora”. Non è un segreto, infatti, che la maggior parte dei Paesi non ha agito rapidamente per arginare l’avanzata del virus. Quando l’Italia dichiarava zona Rossa, in Europa c’era ancora molto ottimismo e vigeva una situazione di normalità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> L’Oms sgancia la bomba: “Lontani dalla fine dell’epidemia”

Covid-19 test immunità in arrivo criteri
(Getty Images)

L’Organizzazione mondiale della sanità pronunciò la parola <<pandemia>> solamente l’11 marzo.