“Kim è morto, ecco quando avverrà l’annuncio”

Kim è clinicamente morto, ecco quando avverrà l’annuncio”: il sinologo Francesco Sisci parla all’Adnkronos della salute del leader nordcoreano.

kim jong morto
Screenshot da video

“Kim Jong – Un potrebbe essere clinicamente morto“. A spiegare quelle che potrebbero essere le condizioni di salute del leader nordcoreano è il sinologo Francesco Sisci, professore di Relazioni internazionale all’Università di Pechino che ha parlato ai microfoni dell’Adnkronos.

LEGGI ANCHE—>“Gli effetti del caldo sul virus” arriva una conferma dall’Oms

Kim Jong potrebbe essere morto: l’annuncio al termine della lotta di successione?

Corea del Nord Kim Jong Un che fine ha fatto
(Getty Images)

Sulle condizioni di Kim Jong c’è ancora mistero. Sono tante le notizie che, ogni giorno, vengono diffuse sullo stato di salute del leader nordcoreano, assente orma da settimane dalla scena. Questa sua assenza, secondo quanto sostiene sinologo Francesco Sisci, potrebbe essere un indizio su quella che potrebbe essere realmente la situazione. Le notizie, le continue smentite, il detto-non detto e il mistero sul luogo in sui si troverebbe il leader della Corea del Nord porterebbero a credere nella presunta morte di Kim.

LEGGI ANCHE—>Corea del Nord, Kim Jong Un che fine ha fatto | È giallo

Che io sappia è clinicamente morto – sostiene Sisci -. Naturalmente potrei sbagliarmi, ma credo che la ridda di voci, le informazioni contrastanti, le mezze smentite e la sua continua assenza dalla scena pubblica mi pare confermino che appunto Kim è in stato vegetativo e fuori dalla politica attiva. Naturalmente è un momento molto delicato e non si può fare una crisi al buio. Credo quindi che l’annuncio della sua morte potrebbe arrivare quando la lotta di successione probabilmente in corso sarà conclusa“, ha detto all’Adnkronos Sisci, professore di Relazioni internazionale all’Università di Pechino,

Corea del Nord Kim Jong Un che fine ha fatto
(Getty Images)

Il leader nordcoreano, dunque, è davvero morto? Qual è la verità sulla salute del leader nordcoreano? La verità sarà svelata davvero solo quando si concluderà la lotta di successione? Come fa sapere l’Adnkronos, a contendersi il posto che, per ora, è occupato da Kim sono la sorella poco più che trentenne e lo zio Kim Pyong-il, fratellastro del padre che, però, è rimasto fuori dal Paese per 40 anni mentre la sorella ha vissuto da vicino la situazione del Paese.