Fase 2, nuovo esodo dal Nord verso il Sud: mezzi di trasporto presi d’assalto

I mezzi di trasporto da Milano a Napoli per il 4 maggio, data d’inizio della fase 2, sono già sold out per quello che potrebbe essere un secondo esodo dal Nord.

Controlli Polizia stazione
(Getty Images)

Dall’inizio delle misure di contenimento si è tanto discusso di quel famoso esodo dal Nord verso il meridione verificatosi lo scorso 7 marzo e che, a parere di molti esperti, potrebbe aver influito sulla diffusione del contagio nel nostro Paese. La storia purtroppo sembra non aver insegnato nulla. Il 4 maggio, data fissata per l’inizio della Fase 2 dell’emergenza potrebbe esserci un bis. I mezzi di trasporto pubblici Milano – Napoli per quel giorno sono stati, difatti, presi d’assalto, questo in virtù delle nuove disposizioni governative che consentiranno gli spostamenti tra regioni, ma solo per comprovate esigenze di salute o lavorative o per rientrare nei propri domicili.

Leggi anche —> Fase 2, Arcuri: “15 minuti è il tempo minimo di rischio contagio”

Fase 2 | Pronto un nuovo esodo dal Nord: treni, aerei ed autobus verso Napoli presi d’assalto

Stazione Roma Termini
Stazione Roma Termini (Getty Images)

Un nuovo esodo da Nord al Sud potrebbe verificarsi in concomitanza con l’inizio della Fase 2 dell’emergenza coronavirus in Italia. Nonostante le immagini che mostravano le stazioni di Milano prese d’assalto la sera del 7 marzo alla vigilia dell’entrata in vigore del lockdown indignando il Paese intero, sembra la storia possa ripetersi.

Come riporta la stampa locale e la redazione de Il Mattino, difatti, i mezzi di trasporto per il 4 maggio della tratta Milano-Napoli sono già quasi sold out. Treni, autobus ed i pochi aerei disponibili (solo Alitalia ha attiva la tratta) in partenza dal capoluogo lombardo a quello campano sono già quasi del tutto pieni, tanto che Trenitalia ha annunciato un raddoppio dei convogli per garantire i posti, ma soprattutto le misure di sicurezza durante il viaggio.

I passeggeri dovranno rimanere a debita distanza, senza la possibilità di cambiare posto, indossando i dispositivi di sicurezza. Niente corse della compagnia Italo che ha sospeso i viaggi sino a data da destinarsi, ad esclusione di quella Roma – Venezia. Per quanto riguarda, invece, la situazione di autobus e aerei, come riporta Il Mattino, lunedì e nei giorni successivi non c’è più posto.

Sale il livello di allerta al Sud

A far scattare i preparativi per una nuova fuga dal Nord è stato l’annuncio del Governo in merito all’inizio della seconda fase dell’emergenza durante la quale sarà consentito lo spostamento tra le regioni per rientrare nel proprio domicilio o per comprovate esigenze lavorative o di salute. Nonostante il parere di molti esperti, i quali più volte hanno affermato che l’esodo di marzo potrebbe aver influito sulla diffusione del contagio mettendo a repentaglio la salute pubblica, in molti si sono affrettati nelle prenotazioni. La circostanza ha messo in allarme la Campania ed il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha chiesto attenzione per evitare che si verifichi quanto accaduto lo scorso marzo.

Leggi anche —> Conte torna sulla Fase 2 “Vi spiego la mia decisione”

Il consigliere Borrelli ha denunciato, inoltre, come riferisce Il Mattino, il fatto che vi sarebbero delle discordanze sulle comunicazioni delle varie compagnie in merito alla sicurezza sui mezzi e sulla vendita dei titoli di viaggio.