Aggiornamento Protezione Civile: il bollettino del 1 maggio

La Protezione civile, nella giornata di oggi venerdì 1 maggio ha diramato il bollettino in merito ai numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

Stando agli ultimi dati del bollettino pubblicato dal Dipartimento della Protezione Civile, il totale delle persone contagiate era salito a 207.428 con un incremento rispetto a ieri di 1.965. nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 100.945, 608 in meno rispetto a ieri. Diminuisce il numero dei deceduti sono 269 le vittime nelle ultime 24 ore che portano il bilancio complessivo a 28.236. I pazienti guariti sono, invece, in totale 78.2492.304 in più rispetto a ieri.

Protezione Civile: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di giovedì 30 aprile

Coronavirus
(Getty Images)

Ieri pubblicato il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli ha comunicato l’ultimo aggiornamento sull’epidemia da Covid-19. I casi attualmente positivi sono saliti a 101.751, ossia 3.106 in meno rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 285 decessi che hanno portato il bilancio totale a 27.967. Salgono anche i pazienti guariti che ad oggi sono 75.9454.693 in più rispetto alla giornata di ieri, il numero più alto dall’inizio dell’epidemia. Dall’inizio dell’emergenza i soggetti risultati positivi al coronavirus sono 205.463, con 1.872 casi in più da ieri. Il commissario per l’emergenza ha annunciato che quella di ieri è l’ultima conferenza stampa dell’emergenza.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Aggiornamento Protezione Civile: nuovo calo dei soggetti attualmente positivi

Protezione Civile, l’aggiornamento sui numeri del Covid-19: il bollettino di mercoledì 29 aprile

Coronavirus
(Getty Images)

Anche nella giornata di mercoledì scorso sono stati resi noti i numeri dell’epidemia. I casi positivi erano saliti a 104.657. Purtroppo anche i decessi erano aumentati, portando il bilancio totale a 27.682. Salito anche il numero dei pazienti guariti che ieri erano 71.252. Il totale delle persone risultate positive al Covid-19 dall’inizio dell’emergenza era giunto a 203.591.

Fase 2, per ora niente bonus per i commercianti: pericolo tensioni sociali

Fase 2 parola congiunto più cercata motivo
(Getty Images)

La beffa arriva indirettamente dal governo che non ha annunciato alcuna iniziativa per i commercianti e i possessori delle partite IVA. La riunione del Consiglio dei ministri ha rinviato a Maggio il provvedimento di estendere una fetta importante dell’economia agli esercenti. Ma il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha superato l’argomento, attribuendogli un giudizio d’importanza superficiale da poter ridiscutere anche in un secondo momento. Il bonus di 600 euro è stato un riconoscimento ai lavoratori autonomi ma soprattutto per coloro che percepivano un reddito alto. L’interpretazione al valore della cifra si teme per alcuni, possa mantenere larghe le lame della forbice divisa tra ricchi e poveri.

Alla luce di questa osservazione tecnica, i futuri 800 euro previsti per gli inzi di Maggio dovrebbero riguardare chi nell’ultima dichiarazione dei redditi abbia percepito un reddito non superiore a 30.000 euro lordi annuali. Naturalmente per poter ottemperare alla soglia economica prevista, il governo dovrà eseguire un duro lavoro statistico. Il suo obiettivo dovrà riguardare le situazioni reddituali di ogni singolo interessato negli anni addietro, quando l’economia circolava con ritmi più elevati.