Galles del Nord, bambino miracolato sopravvive ad una rara forma di gastroschisi

Una donna del Galles del Nord ha scoperto alla 14esima settimana che il suo feto era affetto da gastroschisi: il piccolo è nato e ora sta bene. 

bimbo morto
Bimbo (pixabay)

Bellissima storia in arrivo dal Galles del Nord. Jesse è un bambino nato per miracolo; il piccolo doveva essere abortito quando la madre ha scoperto una rara forma di gastroschisi del feto: la donna ha deciso di partorirlo e il bambino sta bene. La gastroschisi è un difetto della parete addominale del feto che determina la fuoriuscita di organi addominali come l’intestino. Il difetto di 2-3 centimetri che permette la fuoriuscita degli organi si forma normalmente a destra dell’ombellico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Il racconto di un’operatrice sanitaria straniera sui sintomi da coronavirus 

Galles del Nord, la storia di Sami Jo Quinn e Luke Robinson

PROTEZIONI
protezioni per neonati(getty images)

Sami Jo Quinn ha partorito suo figlio  definito come “bambino miracolato”. I dottori, infatti, avevano consigliato l’aborto alla quindicesima settimana di gravidanza a causa di una forma molto rara di gastroschisi. I medici erano stati chiari: il piccolo nato avrebbe avuto poche speranze di sopravvivenza (sottolineando anche una probabilità alta di problemi cardiaci). Nonostante gli avvertimenti, Sami e il suo compagno Robinson hanno deciso di portare avanti la gravidanza. Il bimbo è nato e oggi ha 19 settimane. Dopo circa 10 ore dalla nascita, il neonato è stato sottoposto ad un’operazione per correggere la gastroschisi.

LEGGI ANCHE –> Lavoratori al tempo del coronavirus, arriva la protesta 

bimba neonata arrabbiata covid-19
Neonata – Fonte Instagram da https://pixabay.com/it/photos/bambino-dieci-piccoli-neonato-256857/

Dal 1995 i casi di laparoschisi (altro termine per definire il difetto addominale del feto) sono raddoppiati: molti esperti sono sicuri che la causa è da riscontrare nei fattori ambientali.