Ministro del lavoro | l’annuncio importante sui precari

Provvedimento importante quello che il Ministero del Lavoro è pronto ad emanare per sostenere i precari duramente colpiti dalla emergenza epidemia.

Catalfo precari
Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo sostiene i precari nella emergenza sanitaria in corso Foto dal web

Nella mattina di venerdì 1° maggio Giuseppe Conte ha rivolto un lungo messaggio agli italiani. Il presidente del Consiglio si è rivolto ai tanti lavoratori in occasione della festività loro dedicata.

LEGGI ANCHE –> Conte chiede scusa agli italiani, il perché

In molti si ritrovano ad essere precari da un giorno all’altro, data la crisi economica scaturita dall’epidemia in corso. Il primo ministro ha paventato la possibilità di procedere con una riapertura in anticipo di alcune attività, qualora tutte le condizioni di sicurezza dovessero essere rispettate. Ma servirà anche trovarsi in una situazione nella quale i contagi dovranno necessariamente trovarsi in una situazione di calo e di contenimento. Inoltre Conte ha anche chiesto scusa per alcuni ritardi nei pagamenti dei bonus previsti dal Governo ai lavoratori.

LEGGI ANCHE –> Fase 2: le parole di Conte su nidi e centri estivi

Precari, l’annuncio della Catalfo: “Proroga di 3 mesi al divieto licenziamenti e non solo”

Parla poi anche Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro. La titolare del Dicastero fa sapere che lo stesso Governo è intenzionato ad introdurre una proroga allo stop ai licenziamenti di durata trimestrale. Si spera poi che nel frattempo la situazione economica generale in Italia possa migliorare. Sempre la Catalfo fa sapere che è nei piani dell’Esecutivo Conte allungare la cassa integrazione per altre nove settimane. “Non c’è alcun motivo per dover mandare i lavoratori in cassa integrazione”. Parole che la Catalfo ha annunciato nel corso di una intervista al quotidiano ‘La Repubblica’. Già nel decreto ‘Cura Italia’ era giunto il divieto di licenziamento, con durata originariamente prevista fino alla metà di maggio.

LEGGI ANCHE –> Serie A, Conte contro il ministro Spadafora

Per finire, ecco anche un annuncio su colf e badanti. “Stiamo pensando ad un indennizzo tra i 400 ed i 600 euro al mese”.