Kim Jong-un riappare in pubblico dopo tre settimane

Kim Jong-un ha partecipato al taglio del nastro alla cerimonia di apertura di una fabbrica di fertilizzanti fosfatici a Sunchon, a circa 50 km a nord di Pyongyang.

Kim Jong Un (GettyImages)
Kim Jong Un (GettyImages)

Kim Jong-un è tornato in pubblico per la prima volta dopo tre settimane, senza apparenti segnali di malattia, malgrado le voci che si sono spinte fino a parlare della sua morte. Le 21 foto diffuse dalla Kcna, l’agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord, e dal Rodong Sinmun, il quotidiano del Partito dei Lavoratori, hanno mostrato il leader nordcoreano con indosso il suo abito in stile Mao, impegnato ieri, primo maggio, a dare istruzioni sul campo e a partecipare al taglio del nastro rosso inaugurale di una fabbrica di fertilizzanti fosfatici a Sunchon, città a 50 km a nord di Pyongyang, terminata alla fine di due anni di lavori.

LEGGI ANCHE -> Fase 2, le Regioni possono riaprire in ordine sparso

L’ultima apparizione di Kim Jong-un è stata l’11 aprile

Corea del Nord Kim Jong Un che fine ha fatto
(Getty Images)

La riapparizione di Kim ha marcato la difficoltà nel capire le vicende interne dello Stato coreano, a partire dalle sorti della leadership, tenendo conto che l’ultima apparizione del leader della Corea del Nord era stata l’11 aprile, a capo del Politburo del Partito dei Lavoratori. Nelle foto lo si vede mentre parla con i funzionari della fabbrica e ispeziona l’impianto e quindi non sono fondate le voci che lo volevano incapace di camminare. Con lui c’era una serie di funzionari di vertice: la sorella Kim Yo-jong, Pak Pong-ju, vicepresidente del Comitato centrale del Partito e il premier Kim Jae-ryong.

LEGGI ANCHE -> I test sui volontari del vaccino del Covid-19 funzionano

Corea del Nord Kim Jong Un che fine ha fatto
(Getty Images)

Assente invece il numero due della nomenclatura, Choe Ryong-hae. Kim Jong-un e i funzionari non indossano le mascherine di protezione, a differenza di quanto fatto da tutti i lavoratori dell’impianto.