Fase 2, avviso dal Viminale per chi rientra nella propria Regione

Con una circolare inviata ai Prefetti, il Viminale ha fatto ulteriore chiarezza sugli spostamenti durante la Fase 2 dell’emergenza, anche quelli da una Regione all’altra.

Controlli Polizia stazione
(Getty Images)

Il Viminale è intervenuto nuovamente sugli spostamenti consentiti durante la Fase 2 che scatterà domani, lunedì 4 maggio. Con una circolare inviata ai Prefetti è stata chiesta la valutazione di ogni caso attraverso un “prudente ed equilibrato apprezzamento che conduca ad un’applicazione coerente delle disposizioni“. L’obiettivo è quello di mantenere un equilibrio tra la salvaguardia della salute pubblica e l’esigenza di “contenere l’impatto sulla vita quotidiana” della popolazione. Secondo le nuove disposizioni, come riporta Tgcom24, è consentito il rientro presso il proprio domicilio o residenza, anche se sito in un’altra Regione.  Una volta rientrati, però, non si può lasciare nuovamente la Regione salvo comprovate esigenze lavorative o di salute.