Sport all’aperto dal 4 maggio: tutto quello che c’è da sapere

Le novità della fase 2, che comincerà domani 4 maggio, sul praticare sport all’aperto, anche lontano da casa. 

Fase 2, attività, famiglie e sport
Sport (foto Pixabay)

Da domani, lunedì 4 maggio, sarà permesso praticare attività sportiva e motoria all’aperto anche lontano dalla propria abitazione. E si potranno anche prendere i mezzi pubblici o privati per recarsi sul luogo dove si intende fare tale attività sportiva. Viene chiarito dal governo nelle Faq pubblicate sul sito istituzionale in seguito alla firma del Dpcm sull’avvio della fase 2 dell’emergenza Covid-19.

LEGGI ANCHE -> Fase 2, la lista dei motivi per cui sarà consentito uscire dal 4 maggio

Palazzo Chigi: “È consentito praticare sport all’aperto ma da soli”

passeggiata genitore-figlio
(Getty Images)

Palazzo Chigi ribadisce che “è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità di casa propria. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti. Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività”.

LEGGI ANCHE -> Fase 2, il governo: Gli amici non sono affetti stabili

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Trentino
Trentino (pixabay)

“Non è consentito – si legge infine nelle Faq pubblicate sul sito di Palazzo Chigi svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione”.