Paura in Irpinia: la terra trema ancora

La zona dell’Irpinia in provincia di Avellino in Campania non è nuova ai movimenti continui della crosta terreste. Altro terremoto stamattina

terremoto Irpinia
Terremoto in Irpinia anni ’80 (foto dal web)

L’Italia è una pensiola caratterizzata da un movimento in continua evoluzione della crosta terrestre. La colonna appenninica dello stivale è il punto più pericoloso e incline allo sviluppo di terremoti: una distesa montuosa che va dalla Toscana fino alla Campania, nella zona dell’Irpinia in provincia di Avellino. La popolazione in quel luogo vive con un penisero in più le sue giornate, segnata dalla tragedia del 23 Novembre 1980 quando un terremoto di grado 6.9 della Scala Mercalli causò la morte di circa 3.000 persone.

Il terremoto colpì la zona dell’Irpinia di domenica e durò circa un minuto e mezzo. Una catastrofe senza precedenti che rase al suolo interi comuni dell’avellinese nonostante lo sviluppo dell’ipocentro a circa 10 chilmoteri di profondità. Crolli, lesioni e crepe ad edifici furono rinvenuti anche nel centro di Napoli ad una distanza di circa 60 chilometri. La potenza di quel terremoto devastò la popolazione che oggi ha tremato di nuovo dopo aver avvertito una nuova scossa.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Irpinia, la terra trema anche oggi

terremoto Irpinia
Scossa di terremoto – Foto dal web

A distanza di quarant’anni dalla tragedia che ha interessato i comuni dell’Irpinia in provincia di Avellino, la terra torna a tremare. Il sisma è stato registrato questa mattina intorno le ore 8:15 come dichiarato dai sismografi dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia di Roma. La scossa di terremoto secondo le loro previsioni ha stimato una grandezza numerica di magnitudo 2,2. 

Il terremoto ha avuto come epicentro il comune di Caposele. Ma la notizia di stamattina è il risultato di uno sciame sismico d’assestamento verificatosi in una zona poco distante dal nuovo punto stimato. Infatti nei giorni scorsi si era verificato un moviemento della crosta terrestre con la stessa intensità di quello certificato oggi. Allora il sisma aveva battuto due volte la terraferma con epicentro a Nusco.

LEGGI ANCHE —–> Terremoto nel Sud Italia, paura tra la gente

terremoto irpinia
terremoto (Getty Images)

I dati forniti dalla popolazione hanno riscontrato qualche avvertimento anche nei comuni in prossimità del capoluogo, ma fortunatamente non è stato segnalato alcun danno a persone e cose